Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Statali, ecco la fregatura: una parte degli aumenti è 'a tempo'

Come svelato dal Sole24Ore, la 'fregatura' riguarderà soprattutto i dipendenti con gli stipendi più bassi, che dal 2019 potrebbero perdere circa 30 euro in busta paga

Neanche il tempo di festeggiare il rinnovo contrattuale e gli aumenti, che subito viene fuori la 'fregatura' che, come succede troppo spesso, riguarderà i dipendenti con gli stipendi più bassi. La sorpresa, svelata sulla versione cartacea del Sole24Ore , si chiama ‘elemento perequativo’e  fa parte dell'accordo sul rinnovo del contratto degli statali aspettato per quasi un decennio e arrivato proprio in prossimità delle elezioni politiche.

L'accordo prevedeva un aumento per tutti pari al 3,48%, che avrebbe garantito un aumento lordo mensile di circa 85 euro soltanto per i ministeriali, ossia quelli con le buste paga più elevate. Così arrivò la correzione in corsa con gli aumenti che sono stati estesi a tutti i dipendenti, diventando però 'temporanei' e destinati a sparire nel 2019 se non dovessero esserci le coperture necessarie. Il Sole li ha chiamati “aumenti ad elastico” e dovrebbero 'pesare' soprattutto sugli statali con lo stipendio più basso. 

Statali, la Corte dei Conti dà il via libera agli aumenti

Schermata 2018-03-20 alle 12.53.41-2

Come funzionano gli aumenti

L'accordo sul rinnovo dei contratti prevedeva un aumento tra i 63 ai 117 euro mensili lordi per i ministeriali, a cui andava aggiunta una la componente provvisoria per i livelli più bassi, un ulteriore mini-aumento che oscilla tra i 21 e i 25,80 euro, definito elemento perequativo. Quest'ultimo, che riguarda circa 2 milioni di dipendenti pubblici, è a tempo determinato e valevole soltanto per 10 mensilità, ossia da marzo a dicembre 2018. Per chiarire meglio gli effetti sugli stipendi, il Sole24Ore ha realizzato alcune tabelle. I dipendenti di Regioni, Sanità e gli insegnanti perderanno circa 20 euro al mese, pari ad un quarto dell'aumento appena dato. Ma dove sta la vera fregatura? Per una busta paga da 2.283,2 euro, la parte stabile di aumento è pari a circa 90 euro, mentre quella temporanea è di 4 euro. Invece, per uno stipendio di 1.269,3 euro, l'aumento è sempre di 80 euro circa, ma la parte fissa è di 50, mentre quella 'volatile' di 30. Cosa vuol dire? In sostanza si tratta di un 'gioco di prestigio' a discapito di chi prende meno. 

L'articolo del Sole24Ore

Usb: “Una vera trappola”

Anche l'Unione sindacale di Base ha voluto esprimere il suo disappunto su questa nuova 'magagna', attraverso un comunicato stampa: “L'articolo del Sole24Ore conferma il giudizio di Usb su questa tornata di rinnovi contrattuali, soffermandosi in particolare sulla "trappola" dell'elemento perequativo, simbolo di un contratto palesemente "elettorale" (elezioni politiche e RSU), vera e propria truffa ai danni peraltro dei lavoratori con i redditi più bassi. Riteniamo particolarmente interessante che a confermare quanto affermato da subito da USB sia l'autorevole giornale di Confindustria”.

 “La temporalità dell'elemento perequativo – continua il comunicato - che terminerà di essere erogato il 31 dicembre 2018, è solo uno degli aspetti che abbiamo denunciato e che ci hanno convinto della necessità di non accettare, in modo irrevocabile, questi bruttissimi contratti. Inoltre pone chiaramente anche il tema di cosa succederà il 1 gennaio 2019, quando non solo non ci sarà più l'elemento perequativo, ma scadranno i contratti appena firmati e andremo al nuovo rinnovo con l'entrata in vigore del Fiscal Compact”.

“E' chiaro – conclude l'Usb - che la lotta per la riconquista dei diritti e di salari adeguati per i lavoratori pubblici passa anche per l'opposizione a tutte le misure restrittive che arrivano dall'Unione Europea e per questo USB parteciperà alla raccolta di firme per la legge di Iniziativa Popolare contro il pareggio di bilancio in Costituzione, ma possiamo iniziare sin da subito a rifiutare gli effetti dannosi che arrivano da quel sindacalismo che a queste misure non si oppone, anzi ne è consapevolmente complice”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statali, ecco la fregatura: una parte degli aumenti è 'a tempo'

Today è in caricamento