rotate-mobile
Sabato, 2 Marzo 2024
Vip

Zorzi, la sorella replica a Pucci: il tweet al veleno

E' bufera dopo la battuta omofoba del comico milanese

Sui social esplode il caso Pucci. Il comico milanese è finito alla gogna per una battuta omofoba rivolta a Tommaso Zorzi, fatta durante uno dei suoi spettacoli. L'influencer è venuto a saperlo da un'amica che era nel pubblico quella sera, quando Andrea Pucci dal palco scherzava sul gran numero di tamponi anticovid fatti nell'ultimo anno: "Se sei fortunato il tampone te lo fanno in una narice - avrebbe detto - se sei str*** in due narici, se sei molto str*** te lo fanno in gola, se sei Zorzi in c***".

Il vincitore della scorsa edizione del Gf Vip ha raccontato tutto su Instagram, indignato, annunciando successivamente di essere stato bloccato dal comico. I social da ieri sono inondati da commenti, quasi tutti in difesa di Zorzi, mentre Pucci continua a non spendere una parola in merito, trincerato dietro al silenzio e a ig stories che raccontano il suo tour. Non resta in silenzio Gaia Zorzi, la sorella di Tommaso, che si trova in vacanza a Parigi ma sta seguendo la vicenda e affonda il colpo con un tweet al veleno: "Io fino ad oggi non sapevo manco chi fosse Andrea Pucci e sinceramente stavo meglio così". Senza giri di parole, Gaia prova a mettere un punto, cercando di non dare importanza al comico che sta raccogliendo una quantità enorme di critiche, anche da parte di tanti colleghi. Barbara Foria, sempre su Twitter, è impietosa: "Forse bisognerebbe iniziare a fare i tamponi anche nel cervello. Così per capire se c'è materia grigia o solo marrone". 

La rabbia di Zorzi

Tommaso Zorzi su tutte le furie dopo aver saputo della battuta di Andrea Pucci. "Parliamone un attimo. La cosa che mi fa impazzire è: tu che cosa ne sai? Tu che cosa ne sai di dove lo prendo io?" ha tuonato su Intagram, e ancora: "Come fai ad arrogarti il diritto di salire su un palco e dire alla gente che io lo prendo in c***? E' una roba che mi fa impazzire. Questa cosa degli omosessuali che lo prendono lì, siamo nel 2022, gli anni '80 sono finiti, ci sono stati i '90, i 2000, i 2010, sono passati 40 anni da quando poteva far ridere una roba del genere. Immaginate se io salgo su un palco e dico 'oh ragazzi, ho rotto l'aspirapolvere ma non so se prenderne una nuova o usare la moglie di Pucci, con quello che suc...a'. Tu mi daresti del pazzo, mi diresti 'come ca*** ti permetti, sciacquati la bocca'. Ma siccome fa ridere si può dire che i gay lo prendono tutti nel didietro. A due giorni dal pride di Milano, si può dire?". Infine si è rivolto direttamente a lui: "Secondo me Pucci mi devi delle scuse". Scuse, almeno per ora, mai arrivate.

Tommaso Zorzi dallo psicologo: "Riconoscere di avere un problema è l'unico modo per curarlo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zorzi, la sorella replica a Pucci: il tweet al veleno

Today è in caricamento