rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Andrà a processo / Francia

L'ex ferrarista Jean Alesi arrestato dalla polizia per il lancio di un petardo

L'ex pilota automobilistico ha ammesso di aver tirato un fuoco d'artificio contro la finestra dell'ufficio del cognato, che si sta separando dalla sorella, per fare "un brutto scherzo"

Guai giudiziari per Jean Alesi. L'ex pilota della Ferrari è stato fermato per il suo coinvolgimento nel lancio di un petardo nello studio del cognato, che si sta separando dalla sorella.

Il fatto risale la domenica 19 dicembre a Villeneuve-les-Avignon, la cittadina nel dipartimento del Gard dove risiede l'ex ferrarista. La polizia è intervenuta dopo una segnalazione da parte di alcuni residenti, spaventati da un forte rumore, come un'esplosione, nei pressi di uno studio di architettura. Uno dei vicini ha annotato il numero di targa di un'auto che era stata vista nelle vicinanze, a luci spente. Da lì la polizia è risalita a José Alesi, fratello dell'ex pilota, che è stato arrestato. Ieri Jean Alesi si è presentato in questura per scagionare il fratello. In auto, ha detto, c'erano lui, il figlio e il migliore amico di quest'ultimo.

Alesi ha confessato di aver infilato "grosso fuoco d'artificio comprato in Italia" nella cornice della finestra dello studio da architetto del cognato. Secondo la versione data da Alesi, si sarebbe trattato di "un brutto scherzo" al cognato, che si sta separando da sua sorella, assicurando di non essere in polemica con lui. L'ex pilota, ha aggiunto, non si immaginava di procurare un tale danno. L'architetto ha negato di aver avuto contrasti con Alesi, ma ha comunque sporto denuncia per il danno ricevuto. La versione dello "scherzo" comunque non sembra convincere la procura di Nimes. Alesi e il figlio andranno a processo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex ferrarista Jean Alesi arrestato dalla polizia per il lancio di un petardo

Today è in caricamento