Venerdì, 7 Maggio 2021
BRASILE

Il (povero) Brasile ha scelto: Dilma Rousseff di nuovo presidente

La Rousseff sarà ancora una volta presidente del Brasile: battuto il conservatore Aecio Neves per poco più di due milioni di voti. La vittoria è arrivata grazie al voto del Nordest, molto povero, che ha scelto ancora una volta Dilma

Dilma Rousseff e Cafù presentano il Mondiale brasiliano

ROMA - Ancora lei. Almeno per altri quattro anni. In un momento di difficoltà, con quello che dovrebbe essere un Paese in forte espansione che sta facendo segnare indicatori economici negativi, i brasiliani hanno scelto la strada della continuità e non quella del cambiamento. Dilma Rousseff è stata rieletta presidente del Brasile: il capo dello Stato uscente ha ottenuto oltre 53 milioni di voti contro i poco più di 50 del suo avversario, il conservatore Aecio Neves.

La vittoria della Rousseff è arrivata sul filo di lana, preceduta da una campagna elettorale senza esclusione di colpi, di sicuro la più aspra e combattuta dal ritorno alla democrazia. La "nuova vecchia" presidente dovrà dire grazie soprattutto al povero Nordest, dove ha stravinto. Gli Stati poveri e arretrati hanno infatti votato in massa per Dilma, che ha continuato a finanziare i programmi sociali lanciati da Lula che hanno permesso di affrancare dalla miseria oltre quaranta milioni di brasiliani. Il Sud ricco ed avanzato si è invece schierato compatto con Neves, che era anche visto di buon occhio dalla grande finanza e da Washington. 

"Il dialogo è il primo impegno del mio nuovo mandato", ha subito dichiarato il presidente davanti alla folla dei suoi sostenitori, promettendo di essere "un presidente migliore di quanto sia stato finora". Rousseff ha quindi assicurato il proprio impegno per rilanciare l'economia, combattendo "con rigore l'inflazione" e dando "più impulso ai settori economici, compresa l'industria, per tornare al nostro ritmo di crescita che garantisca un alto livello occupazionale e la rivalutazione dei salari". Il presidente ha infine garantito anche più impegno nella lotta alla corruzione, dopo gli scandali che hanno appannato l'immagine del suo partito.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il (povero) Brasile ha scelto: Dilma Rousseff di nuovo presidente

Today è in caricamento