Giovedì, 25 Febbraio 2021
Il caso / Svezia

La madre arrestata per aver segregato in casa il figlio per 28 anni

Il caso in Svezia. L’uomo è stato trovato da una parente, che si era recata nell'appartamento dopo aver saputo che la donna era stata portata in ospedale

foto di repertorio Pixabay

Una donna è stata arrestata dalla polizia in Svezia con l’accusa di aver tenuto segregato il figlio per almeno 28 anni in un appartamento vicino Stoccolma. Il procuratore Emma Olsson ha detto che la donna, un’anziana di circa 70 anni, “è sospettata di privazione illegale della libertà e di lesioni personali”, ma ha negato tutte le accuse. 

Secondo le prime informazioni, la donna avrebbe ritirato suo figlio da scuola quando lui aveva 12 anni e da quel momento lo avrebbe tenuto chiuso nell’appartamento. A trovare l’uomo, oggi sulla quarantina, è stata una parente che si è recata a casa della donna quando questa è stata portata in ospedale.

Segregato in casa per 28 anni dalla madre

Come riferiscono i quotidiani locali, l’uomo aveva diverse ferite sulle gambe. Inoltre aveva perso tutti i denti e aveva difficoltà a comunicare. Il figlio della donna è stato portato in ospedale ma dalla polizia fanno sapere che non è in pericolo di vita. 

La parente che ha trovato l’uomo chiuso in casa ha racontato a Expressen che l’appartamento sembrava non venisse pulito da anni. Quando è entrata, dopo aver trovato la porta non chiusa a chiave, ha sentito un rumore provenire dalla cucina e ha trovato l’uomo seduto tra coperte e cuscini. “Parlava molto velocemente e abbastanza confuso, ma non aveva paura di me”, ha detto. In casa “c’era urina, sporcizia e polvere. Puzzava di marcio”, ha la donna, che dopo aver trovato l’uomo ha subito dato l’allarme alla polizia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La madre arrestata per aver segregato in casa il figlio per 28 anni

Today è in caricamento