rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Usa shock / Stati Uniti d'America

Spara all'impazzata e uccide quattro persone a caso: tra le vittime madre e neonato di 3 mesi

A sparare a Polk, in Florida, è stato un veterano di Iraq e Afghanistan, Bryan Riley, di 33 anni. Non aveva legami con le persone che ha ucciso brutalmente. La compagna: "Soffriva di depressione e stress post-traumatico"

Una strage. Un ex tiratore scelto dell'esercito americano ha ucciso ieri quattro persone nella Florida centrale, tra cui un bambino tra le braccia di sua madre, hanno confermato le autorità statunitensi. Il motivo dell'attacco non è chiaro.

La strage a Polk

Il sospettato killer, identificato come Bryan Riley, si è presentato in un'abitazione privata e ha ucciso un uomo di 40 anni, una donna di 33 e suo figlio di 3 mesi, nonché la nonna di 62 anni in una zona residenziale nella contea di Polk, secondo quanto riferito ai media locali dallo sceriffo Grady Judd.

Riley, 33 anni, che indossava un giubbotto antiproiettile, ha anche ferito una bambina di 11 anni prima di essere catturato dalla polizia. La bambina ha subito un intervento chirurgico per sette ferite da arma da fuoco. E' un veterano delle guerre in Iraq e Afghanistan, l'uomo ha detto alla polizia di essere un "survivalista", ossia pronto ad un mondo "post apocalittico", e di aver assunto metanfetamine. "Sapete perché l'ho fatto", ha aggiunto il sospetto, senza fornire ulteriori spiegazioni. Ha sostenuto di essere stato "mandato da Dio". Un survivalista è un individuo che si prepara ad essere completamente autosufficiente, a volte convinto che la società come la conosciamo, finirà.

La compagna dell'uomo ha detto agli investigatori che Riley soffriva di disturbo da stress post-traumatico e depressione. Fino a ieri non aveva mai avuto atteggiamenti violenti, secondo la donna.

Riley non aveva alcun legame con le vittime

Ferito nella sparatoria con gli agenti, l'ex militare è stato portato d'urgenza in un ospedale locale, dove ha nuovamente tentato di attaccare la polizia. E' stato sedato, medicato e trasferito in una prigione locale. Sul grave fatto di sangue è in corso un'indagine, che è solo alle prime battute. Riley non aveva alcun legame con le vittime. Prima di essere fermato ha ucciso anche il cane della famiglia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spara all'impazzata e uccide quattro persone a caso: tra le vittime madre e neonato di 3 mesi

Today è in caricamento