rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Il colpo di scena / Somalia

Ucciso Hashi Omar Hassan, il somalo condannato e poi assolto per l'omicidio di Ilaria Alpi

E' rimasto vittima di un'autobomba. L'uomo ha scontato 17 anni per l'omicidio della giornalista e dell'operatore tv Miran Hrovatin il 20 marzo 1994 a Mogadiscio, mentre lavoravano a un'inchiesta su traffici di rifiuti e armi. Poi però è stato assolto e risarcito

E' morto per un'autobomba Hashi Omar Hassan, il somalo condannato e poi assolto per l'omicidio della giornalista Ilaria Alpi e dell'operatore tv Miran Hrovatin il 20 marzo 1994 a Mogadiscio mentre lavoravano a un'inchiesta su traffici di rifiuti e armi. A dare la notizia della morte di Hassan è stato il sito di notizie indipendente somalo Garowe Onlinen su Twitter. L'uomo è salito in auto a Mogadiscio quando una bomba, posta sotto il sedile, lo ha fatto saltare in aria. 

Hassan fu condannato in secondo grado e in Cassazione per aver fatto parte del commando che uccise i giornalisti italiani, ma poi la sua posizione fu del tutto rivista. Dopo oltre 17 anni in cella, arrivò l'assoluzione nel 2016. Lo Stato Italiano lo ha risarcito con 3 milioni e 181 mila euro per ingiusta detenzione. (Nella foto Ansa in basso Hassan il giorno dell'assoluzione)

HASSAN  foto Ansa-2

Determinante per l'assoluzione fu la trasmissione tv "Chi l'ha visto?" perché il principale accusatore di Hassan, Ali Ahnmed detto "Jelle", ai loro microfoni ritrattò le accuse ammettendo di averlo calunniato. Disse  di avere dichiarato il falso, ossia che non si trovava sul luogo del duplice omicidio e di aver accusato Hassan in quanto "gli italiani avevano fretta di chiudere il caso". 

"Ho perso 17 anni della mia vita in carcere da innocente", commentò all'epoca, appellandosi ai giudici di Roma perché non archiviassero "l'inchiesta sui depistaggi che ci sono stati dopo l'omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin", che lo avevano portato in carcere sulla base di false accuse. "Non possono proprio archiviare e non far venir fuori la verità", sottolineò ricordando che di ampi depistaggi si era parlato nella sentenza d'assoluzione emessa dalla Corte d'Appello di Perugia. Depistaggi che furono sempre sostenuti dalla famiglia Alpi. La morte violenta di Hassan riaccende i dubbi e i  sospetti su una vicenda che nonostante il tempo passato è poco chiara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso Hashi Omar Hassan, il somalo condannato e poi assolto per l'omicidio di Ilaria Alpi

Today è in caricamento