Martedì, 16 Luglio 2024
Mondo Stati Uniti d'America

Gli Usa dichiarano guerra ai pedofili: “Avranno un bollino sul passaporto”

Il Dipartimento di Stato americano ha ufficializzato la nuova misura che mira a fronteggiare e combattere il fenomeno del turismo sessuale e dello sfruttamento infantile

Gli Stati Uniti sono pronti ad una forte stretta contro i pedofili. Il Dipartimento di Stato Usa ha ufficializzato che, d'ora in poi, pedofili americani saranno identificati come tali anche sul passaporto, per rafforzare la lotta contro il turismo sessuale con minori e lo sfruttamento infantile.

Il bollino verrà applicato sui documenti degli individui che hanno commesso questo genera di reati. Sul retro del passaporto si potrà leggere la seguente dicitura: “Il proprietario è stato condannato per un reato di tipo sessuale nei confronti di minori ed è schedato secondo la legge americana”.

Questa misura adottata dal Governo Usa è una risposta  alla 'International Megan's Law' approvata quando alla Casa Bianca sedeva ancora Barack Obama, proprio per fronteggiare il fenomeno dello sfruttamento minorile e del turismo sessuale. Il provvedimento prendeva il nome da Megan Kanka, una ragazzina di 7 anni stuprata e uccisa negli Stati Uniti da un pedofilo nel 1994. 

Come precisato dal Dipartimento di Stato, la dicitura non impedirà ai soggetti di viaggiare, ma i pedofili dovranno fare comunque attenzione, in quanto, al momento dell'ingresso in un altro Paese saranno sottoposti alle leggi di quello Stato e sono molti i Paesi che attuano pesanti restrizioni contro tutti quelli che hanno commesso reati legati alla pedofilia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli Usa dichiarano guerra ai pedofili: “Avranno un bollino sul passaporto”
Today è in caricamento