rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Diritti Gay / Regno Unito

Gran Bretagna, sì ai matrimoni gay dal ministro alle Pari opportunità

Il neo ministro del governo inglese Maria Miller ha dichiarato che è necessario aggiornare la norma che regola i matrimoni e aprire le unioni civili anche alle coppie gay

Un sì convinto ai matrimoni gay arriva anche dalla Gran Bretagna, la ministra di sua Maestà alle Pari opportunità Maria Miller si è schierata a favore dei matrimoni tra omosessuali. La Miller, eletta nelle file dei conservatori, ha esposto il suo parere favorevole con un articolo apparso oggi sulle pagine dell'Independent, invitando il governo inglese ad approvare il prima possibile una legge che permetta alle coppie gay di convogliare a nozze.

“Lo stato non dovrebbe impedire alle persone di sposarsi, a meno che non ci sia una buona ragione. Ed essere gay di certo non è un ostacolo di questo tipo”, queste le parole che la ministra del governo Cameron ha scritto sulle pagine del quotidiano londinese. Un intervento che susciterà un ampio dibattito nella società britannica.

La ministra continua dicendo che "rispettare la libertà religiosa non impedisce di aprire a tutti il matrimonio civile". Andando contro i religiosi più radicali che avevano esultato quando Cameron aveva fatto intendere che non sarebbe stata una priorità l'interesse del governo verso la legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso.

La Miller si è insediata solo il 4 settembre e le sue parole sono destinate a creare un acceso dibattito all’interno degli stessi Tories: i conservatori infatti si sono sempre opposti alla stesura di una legge ad hoc. Per la Miller tale normativa rafforzerebbe i legami sociali e dell'intera comunità inglese.

Ben Summerskill, amministratore delegato del gruppo per i diritti gay Stonewall, con grande soddisfazione ha accolto il sostegno chiaro e non ambiguo del ministro Miller dicendo «Siamo lieti che Maria Miller sia convinta che nessuno dovrebbe avere il monopolio dell'uso della parola matrimonio».

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gran Bretagna, sì ai matrimoni gay dal ministro alle Pari opportunità

Today è in caricamento