rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Crisi economica / Spagna

Caro scuola, gruppo di genitori ruba zaini e diari "per chi non può comprarli"

"Espropriato" da un supermercato materiale scolastico in segno di protesta contro i continui aumenti. L'estrema protesta in Spagna. "Vittima", un Carrefour di Siviglia

I genitori aderenti al Sindacato andaluso dei lavoratori (SAT) hanno assaltato due giorni fa un centro commerciale Carrefour a Siviglia, portandosi via una decina di carrelli pieni di materiale scolastico.

Obiettivo dell'esproprio messo in atto è "la ridistribuzione dei prodotti tra le famiglie che si trovano in situazioni economiche particolari in cui difficilmente possono far fronte all'acquisto del necessario richiesto nelle scuole".

Secondo il sindacato che ha organizzato l'azione vuole essere "un atto simbolico per le uguali opportunità, mentre acquista anche una connotazione concreta per chi fa i conti paga alto il prezzo della crisi".

"Per due milioni di cittadini andalusi in situazione di povertà è impossibile affrontare una spesa di 150 euro per comprare il materiale per i propri figli". Da qui il blitz.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro scuola, gruppo di genitori ruba zaini e diari "per chi non può comprarli"

Today è in caricamento