Giovedì, 23 Settembre 2021
Ucraina / Ucraina

Ucraina, bombe sul mercato: oltre trenta morti

E' iniziata l'offensiva dei ribelli filorussi per conquistare il porto di Mariupol nel sud-ovest del Paese, ancora sotto il controllo di Kiev. Le vittime sono tutte civili. Nel video le immagini della distruzione

UCRAINA - Bombe sul mercato di Mariupol, porto strategico nel Sud-Ovest dell'Ucraina, ancora sotto il controllo di Kiev. Il bilancio si va aggravando di ora in ora: i morti sono oltre trenta. Lo ha annunciato all'Afp il portavoce del comune della città, Oleg Kalinin. "Decine di persone sono state uccise e più di novanta ferite. Il bilancio può ulteriormente aggravarsi" ha detto. L'Unione europea ha condannato i bombardamenti contro la città portuale e ha avvertito che questa escalation degli scontri, rischia di deteriorare gravemente le relazioni con la Russia. 

INIZIATA L'OFFENSIVA - Il leader della repubblica autoproclamata di Donetsk, Alexander Zakharchenko, ha annunciato di aver lanciato una offensiva contro il porto strategico di Mariupol, controllato da Kiev e bersaglio oggi di bombardamenti che hanno ucciso almeno trenta civili. "L'offensiva su Mariupol ha preso il via oggi. Sarà il miglior tributo per tutte le vittime", ha dichiarato Zakharchenko, citato dall'agenzia russa Ria Novosti, nel corso di una cerimonia a Donetsk.

MOGHERINI - "Questa escalation provocherà inevitabilmente un grave deterioramento nelle relazioni tra l'Ue e la Russia", ha affermato la rappresentante della diplomazia europea, Federica Mogherini, in un comunicato. L'Ue ha quindi invitato la Russia ad interrompere il sostegno dato ai separatisti nell'Est dell'Ucraina, dopo la loro decisione di avviare un'offensiva ad ampio raggio contro le forze di Kiev, in particolare contro la città portuale di Mariupol, controllata dalle forze ucraine. "Chiedo alla Russia di usare tutta la considerevole influenza (per fermare i ribelli, ndr) e di cessare qualsiasi tipo di sostegno militare, politico e finanziario ai dirigenti separatisti per evitare conseguenze disastrose per il mondo intero", ha avvertito Mogherini. "I responsabili di questa escalation devono mettere fine alle loro azioni belliche e rispettare gli impegni", ha ammonito il capo della diplomazia europea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

POROSHENKO - L'Ucraina si batterà fino alla vittoria contro i separatisti filorussi nell'Est dell'Ucraina. Lo ha dichiarato il presidente ucraino Petro Poroshenko nel giorno in cui i ribelli hanno sferrato una violenta offensiva sulla città portuale di Mariupol, uccidendo almeno trenta civili. Poroshenko ha anche annunciato di aver convocato per domani una riunione d'urgenza del Consiglio di sicurezza nazionale e di difesa "per mettere in opera misure supplementari, tenuto conto di un brusco peggioramento della situazione nell'Est".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, bombe sul mercato: oltre trenta morti

Today è in caricamento