Lunedì, 26 Luglio 2021
Mondo Stati Uniti d'America

Usa-Corea, venti di guerra: Trump attiva i bombardieri nucleari

Dopo l'inasprimento dei rapporti con Pyongyang, il presidente degli Stati Uniti ha chiesto all'aviazione americana di tenere in allerta i caccia B52 

Kim Jong-Un e Donald Trump

Donald Trump ha chiesto all'aviazione militare americana di diramare un'allerta ai bombardieri nucleari B52, perché si facciano trovare pronti all'intervento, se necessario, entro 24 ore. La decisone è un netto segnale della tensione tra fli Usa e il regime della Corea del Nord. Nelle prossime ore i caccia verranno messi in "ready alert", e saranno pronti a decollare se ce ne dovesse essere bisogno: è la prima volta che accade dai tempi della Guerra Fredda.

“Dobbiamo essere pronti”, ha detto il  il generale David Goldfein, capo di stato maggiore dell'Aeronautica Usa, in un'intervista al sito Defense One. “Non stiamo preparando un evento specifico – ha aggiunto  Goldfein – è soltanto la conseguenza della situazione in cui ci troviamo”.

“Trump è un hooligan lunatico con il dito sul pulsante del nucleare”: con queste parole la Corea del Nord ha definito il presidente degli Stati Uniti, dopo l'annuncio da parte degli Usa di mettere in allerta i B52. Il commento è stato reso pubblico attraverso l'agenzia  di stampa del governo nordcoreano KCNA.

Trump: “Pronti ad affrontare la Corea”

 Gli Stati uniti sono “totalmente pronti” a rispondere alle minacce della Corea del Nord. L’ha detto il presidente Usa Donald Trump in un’intervista diffusa ieri dalla Fox News, nella quale il capo della Casa bianca ha anche sottolineato l'”eccezionale relazione” con il presidente cinese Xi Jinping, ancora una volta non escludendo l’ipotesi di un conflitto armato con Pyongyang. “Siamo così preparati quanto voi non credereste”, ha detto Trump al programma Sunday Morning Futures, parlando delle tensiono con la Corea del Nord.

 “Sareste scioccati nel vedere come siamo totalmente preparati se dovesse essere necessario”, ha continuato Trump. Per quanto riguarda l’ipotesi che il conflitto verbale diventi un conflitto armato con Pyongyang, Trump ha detto: “Sarebbe carino se non accadesse? La risposta è sì. Non accadrà? Chi lo sa”. Rispondendo invece a una domanda sulla Cina, Trump ha lodato Pechino per l'”aiuto” nell’applicazione delle sanzioni contro la Corea del Nord. E, riferito a Xi, ha detto: “Lui è per la Cina. E io sono pet gli Usa. Ma noi abbiamo un ottimo, vorrei dire un eccezionale rapporto. E la Cina ci sta realmente aiutando, relativamente alla Corea del Nord”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usa-Corea, venti di guerra: Trump attiva i bombardieri nucleari

Today è in caricamento