Giovedì, 5 Agosto 2021
Mondo Venezuela

Caracas, elicottero della polizia attacca la Corte suprema: "Attentato terroristico"

Un elicottero della polizia ha lanciato alcune granate contro la sede della Corte suprema del Venezuela e ha aperto il fuoco contro il ministero degli Interni. Il responsabile dell'attacco è un agente della Brigata di azioni speciali (Bae) della Polizia scientifica, Oscar Perez, che ha pubblicato un "appello" su Instagram

Un elicottero della polizia ha lanciato alcune granate contro la sede della Corte suprema a Caracas e ha aperto il fuoco contro il ministero degli Interni. Lo ha detto il presidente venezuelano Nicolas Maduro, denunciando un "attacco terroristico".

"Ho attivato le forze armate per difendere l'ordine. Fermeremo presto l'elicottero e coloro che hanno messo in atto questo attacco terroristico", ha dichiarato il presidente socialista, durante le celebrazioni per la Giornata del Giornalismo al palazzo presidenziale Miraflores. Maduro non ha dato conto di vittime o danni.

Molti cittadini fotografato l'elicottero, che esibiva su uno dei lati una bandiera con lo slogan "Libertà 350", alludendo all'articolo della Costituzione venezuelana che "autorizza" la rivolta contro autorità antidemocratiche.

Il responsabile dell'attacco è un agente della Brigata di azioni speciali (Bae) della Polizia scientifica, Oscar Perez, che sarebbe da collegare con Miguel Rodriguez Torres, ex ministro degli Interni e della Giustizia di Hugo Chavez, "che è in contatto con la Cia".

Intorno a Palacio Miraflores, sede della presidenza, carri armati leggeri e posti di blocco militari bloccano il traffico, la città è blindata.

In un successivo comunicato la presidenza ha parlato del lancio di quattro ordigni "di origine colombiana e di fabbricazione israeliana" e di 15 colpi d'arma da fuoco.

Intanto nel Venezuela, teatro di una gravissima crisi economica e sociale, proseguono le proteste contro il successore di Chavez, costate la vita sinora ad almeno 76 persone.

Perez ha pubblicato un manifesto su Instagram nel quale chiede le dimissioni del presidente Nicolas Maduro e chiama il popolo venezuelano a unirsi con le forze armate contro il governo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caracas, elicottero della polizia attacca la Corte suprema: "Attentato terroristico"

Today è in caricamento