Martedì, 1 Dicembre 2020

Nuova Dacia Spring Electric, il primo modello 100% elettrico del brand

Dacia comincia un nuovo capitolo della sua storia, svelando il suo primo modello al 100% elettrico. L’arrivo sul mercato delle citycar elettriche è stato preannunciato a Marzo 2020 con la presentazione della showcar Dacia Spring Electric

Dacia comincia un nuovo capitolo della sua storia, svelando il suo primo modello al 100% elettrico.  L’arrivo sul mercato delle citycar elettriche è stato preannunciato a Marzo 2020 con la presentazione della showcar Dacia Spring Electric.

Dacia Spring Electric è svelata, oggi, nella versione di serie, insieme a due declinazioni inedite per le nuove mobilità: una versione adatta al mondo del car sharing, per la mobilità elettrica condivisa, e una versione commerciale denominata Cargo, per le consegne dell’ultimo miglio senza emissioni inquinanti.   

Spring Electric è una rivoluzione: questa citycar elettrica, che è la più vantaggiosa del mercato, rende la mobilità elettrica ancora più accessibile. Con il suo look rivoluzionario da SUV, è dotata di abitabilità record, motorizzazione elettrica semplice ed affidabile ed autonomia rassicurante. Dacia Spring Electric è una citycar versatile e pratica.

La mobilità elettrica sta entrando progressivamente nella nostra vita quotidiana. Pioniere della mobilità elettrica, il Gruppo Renault e l’Alleanza hanno acquisito un’esperienza decennale unica al mondo. In Europa, un veicolo elettrico su cinque è progettato dal Gruppo Renault ed oltre 30.000 collaboratori sono stati formati specificatamente sulla mobilità elettrica.
Dacia adatta la mobilità elettrica alla sua filosofia che consiste nell’offrire veicoli contemporanei che rispondano ad esigenze pratiche: Spring Electric è un’auto elettrica piccola, ma spaziosa, robusta e proposta ad un prezzo imbattibile.

L’apertura degli ordini di Nuova Dacia Spring Electric è prevista per la primavera del 2021 con una gamma ed un’offerta commerciale semplici: batteria inclusa nel prezzo d’acquisto e due livelli di allestimenti.

2020 - Dacia SPRING(3)-2

Una citycar alla moda dal look rivoluzionario

Prima piccola citycar di Dacia, Spring Electric sovverte i codici dei veicoli elettrici “tradizionali”. La maggiore altezza libera dal suolo, i passaruota e le barre da tetto le conferiscono uno stile ultra-dinamico ideale per affrontare la giungla urbana. La sua linea incisiva è dotata di elementi provenienti dal mondo dei SUV con passaruota ampliati, barre da tetto, sottoscocca anteriore rafforzato, ski posteriori e maggiore altezza libera dal suolo (150 mm a vettura vuota). Con le spalle larghe e il cofano bombato, Spring Electric evoca una sensazione di robustezza. La sua struttura rassicurante fa presagire una grande abitabilità interna eppure Spring Electric è una vera citycar: nonostante le apparenze, ha dimensioni contenute (3,73 m di lunghezza, 1,62 m di larghezza esclusi i retrovisori e 1,51 m di altezza).

Spring Electric non passa inosservata. Il frontale rivela una forte personalità con i gruppi ottici a LED affilati, la cui linea orizzontale prosegue nel disegno della calandra, il cofano nervato e il grande paraurti. La calandra anteriore di Spring Electric è piena, segno distintivo dei veicoli elettrici. Molto moderna, presenta rilievi 3D e cela con eleganza lo sportellino di ricarica che si apre dall’abitacolo. I gruppi ottici posteriori sono dotati di nuova firma luminosa Dacia a forma di Y.

Dotata di grande personalità, Spring Electric va fiera del suo look, accentuato da un pack colorato disponibile nella versione di lancio: i retrovisori, la parte decorativa delle barre da tetto e i bordi sotto i fari anteriori sono arancioni. Con questo allestimento, la mobilità elettrica fa il pieno di stile e diventa fun.

2020 - Dacia SPRING(2)-2-2

I copriruota di Spring Electric imitano da un punto di vista estetico i cerchi in lega. Questo effetto è reso possibile dalla tecnologia “Flexwheel”: i cerchi in lamiera sono perforati per permettere di installare eleganti copriruota. Una soluzione estetica ed economica se si rendesse necessario cambiarli.

La parte superiore del posteriore fa emergere la vocazione da citycar familiare di Spring Electric, grazie al lunotto posteriore bombato, ai gruppi ottici arrotondati e alle curve morbide.  Invece, la parte inferiore vanta gli elementi rassicuranti dei SUV: il posteriore è dotato di un robusto paraurti non verniciato e uno ski di protezione tinto in grigio, i catadiottri sono alloggiati in finte prese d’aria e i parafanghi posteriori sono nervati. Questi artifici stilistici rendono più dinamica la silhouette posteriore di Spring Electric.

Design interno: abilità da record

A bordo, Dacia Spring Electric offre un bagagliaio ed interni spaziosi. L’abitacolo, accogliente e ben equipaggiato, può ospitare comodamente quattro adulti. Pur avendo dimensioni esterne compatte da citycar a cinque porte, Spring offre quattro veri posti per adulti. Con un’altezza libera a filo padiglione generosa e un raggio alle ginocchia di 100 mm, i sedili posteriori accolgono tranquillamente anche i passeggeri più alti. La spaziosità degli interni contribuisce, peraltro, al comfort generale. I passeggeri dei sedili anteriori dispongono di uno spazio di 23,1 litri suddiviso tra il grande vano portaoggetti, i pannelli interni delle porte e il vassoio svuota-tasche della consolle centrale. I passeggeri dei sedili posteriori dispongono di tasche portaoggetti situate dietro ai sedili anteriori. Il bagagliaio propone la miglior capacità di carico della categoria: 300 litri (escludendo lo spazio sotto al bagagliaio per la ruota di scorta in opzione).  Un volume di carico degno del segmento superiore. Per una maggiore modularità, la panchetta posteriore è ribaltabile per consentire una capacità di carico di circa 600 litri.

2020 - Dacia SPRING(1)-2

Equipaggiamenti generosi

L’equipaggiamento di serie comprende lo sterzo ad assistenza variabile al 100% elettrico, la chiusura centralizzata da remoto e quattro finestrini elettrici. Affinché il conducente non stacchi gli occhi dalla strada e le mani dal volante, è previsto un display digitale da 3,5” mentre il riconoscimento vocale Google o Apple può essere attivato semplicemente premendo un pulsante sul volante. In opzione, sono disponibili la climatizzazione manuale, il sistema multimediale, i retrovisori elettrici e la ruota di scorta. L’abitacolo di Spring Electric presenta inserti blu in corrispondenza delle bocchette di ventilazione e del display centrale. La manopola di trasmissione cromata ruota su 3 posizioni: D (drive / marcia avanti), N (neutral / folle) e R (return / retromarcia).

Con un raggio di sterzata ridotto di 4,8 m, Spring Electric è facilitata nella circolazione urbana. Il dispositivo di assistenza al parcheggio, disponibile in opzione, offre un aiuto visivo e sonoro grazie a tre radar ad ultrasuoni situati sul paraurti posteriore e alla parking camera, le cui immagini vengono trasmesse sul display del sistema multimediale con linee guida dinamiche.

Sistema multimediale intuitivo e user-friendly

Disponibile in opzione, il sistema multimediale Media Nav comprende un elegante touchscreen da 7”, navigatore, radio DAB, compatibilità con Apple Carplay ed Android Auto, Bluetooth e presa USB. Il riconoscimento vocale (tramite smartphone) è attivabile grazie ad un comando situato sul volante.

Motorizzazione e ricarica

Fedele alla filosofia dei modelli Dacia, Spring Electric sarà economica all’acquisto, ma anche in fase di utilizzo. Commercializzata ad un prezzo imbattibile con un’autonomia di 225 km WLTP, esalta la semplicità, la versatilità, l’affidabilità e la robustezza. Qualità che corrispondono perfettamente alla sua motorizzazione al 100% elettrica.

La motorizzazione al 100% elettrica da 33 kW (equivalente a 44 cavalli) è associata ad una batteria da 26,8 kWh. Questa tecnologia può contare su tutte le competenze elettriche del Gruppo Renault, che vanta un’esperienza decennale unica al mondo. Affidabile, robusto e sicuro, il motore offre tanti vantaggi: accelerazione lineare senza strappi, silenziosità ed assenza di vibrazioni. All’utilizzo, Spring Electric è più economica dei modelli termici equivalenti in quanto i costi per l’energia e la manutenzione sono notevolmente inferiori.

Spring Electric è un’auto versatile al 100% elettrica. È a suo agio sia in centro città che sulle strade di campagna, grazie alla maggiore altezza libera dal suolo e ad un comportamento su strada equilibrato. Offre grande libertà di utilizzo grazie all’affidabilità della meccanica, all’autonomia e al comfort dell’abitacolo.

Ricarica semplice

Per una maggiore libertà, Spring Electric offre un’ampia scelta di ricarica: su presa domestica da 220V grazie al cavo fornito di serie, su Wallbox o su colonnina in corrente continua (entrambe le soluzioni con il cavo proposto in opzione).

La durata di ricarica della batteria agli ioni di litio è pari a:

  • Meno di un’ora per una ricarica all’80% su colonnina in corrente continua da 30 kW
  • Meno di 5 ore per una ricarica al 100% su Wallbox da 7,4 kW
  • Meno di 8 ore e mezza per una ricarica al 100% su Wallbox da 3,7 kW
  • Meno di 14 ore per una ricarica al 100% su presa domestica da 2,3 kW

App My Dacia

L’App gratuita MY Dacia consente, tramite smartphone, di conoscere in tempo reale i dati sul livello della batteria e l’autonomia restante in chilometri, di avviare anticipatamente il condizionamento dell’abitacolo (climatizzazione) e di localizzare il veicolo in tempo reale. Quando Spring Electric è in carica, l’App permette di acquisire informazioni sui progressi della ricarica permettendo di attivarla o sospenderla.

Manutenzione semplificata

Funzionando senza olio e con un numero di componenti in movimento molto ridotto rispetto ai motori termici (in particolare, assenza della cinghia), i motori elettrici sono affidabili e meno costosi a livello di manutenzione rispetto a quelli termici. Dacia Spring Electric è coperta da garanzia 3 anni / 100.000 km mentre la batteria è garantita 8 anni / 120.000 km.

Spring Electric propone maggiore accessibilità alla mobilità elettrica. Grazie alla struttura contenuta e all’autonomia rassicurante, offre una versatilità di utilizzo che le consente di approfittare fino in fondo del comfort a bordo e del piacere di circolare in modalità elettrica.

Autonomia rassicurante

Leggera e compatta, Spring Electric vanta un’autonomia rassicurante di 225 km in ciclo WLTP e di 295 km in WLTP City (ciclo di omologazione che comprende solo la parte urbana del ciclo omologato), che garantisce grande versatilità di utilizzo, in ambiente urbano, ma anche periurbano.

In Europa, il percorso quotidiano medio è di 31 km nel segmento A (citycar). In base a questi dati, Spring avrebbe bisogno di una sola ricarica alla settimana. L’autonomia può essere migliorata di circa il 10% semplicemente premendo il pulsante ECO sulla plancia, grazie al limite di potenza a 23kW (invece di 33 kW) e al limite di velocità massima a 100 km/h.

I vantaggi della guida elettrica

La motorizzazione elettrica offre tanti vantaggi in fase di utilizzo: buona risposta in accelerazione (coppia pari a 125 Nm disponibile immediatamente), assenza di cambio marce, silenziosità ed assenza di vibrazioni. Il piacere della guida elettrica si può consumare senza moderazione, dato che Spring non emette, in fase di utilizzo, né sostanze inquinanti né CO2.

La motorizzazione elettrica di Spring Electric offre una totale libertà di circolazione nei centri urbani ad accesso limitato, anche nei periodi in cui si registrano picchi di inquinamento. A seconda dei Paesi, i veicoli elettrici godono di incentivi all’acquisto sotto forma di agevolazioni finanziarie e/o fiscali. In tante città, il parcheggio è gratuito.

Sistemi di sicurezza

Gli equipaggiamenti di sicurezza di serie sono numerosi, tra questi: Cruise Control, ABS, ESP, ripartitore elettronico di frenata, 6 airbag, chiamata d’emergenza eCall (con pulsante SOS), accensione automatica delle luci e frenata d’emergenza automatica. Attivo da 7 a 170 km/h, questo dispositivo, tramite il radar anteriore, rileva la distanza dal veicolo che si trova davanti (fermo o in movimento). Se c’è un rischio di urto, avverte il conducente con un allarme visivo e sonoro, prima di accentuare la performance del sistema frenante - se il conducente frena, ma il rischio è comunque presente - oppure di azionare automaticamente o più decisamente i freni, se il conducente non frena o non abbastanza.

Risparmio in fase di utilizzo

Spring Electric è economica all’acquisto, ma lo è anche in fase di utilizzo: il suo TCO - Total Cost of Ownership – è inferiore rispetto a quello dei veicoli termici paragonabili. Offre addirittura il TCO più basso del mercato (compresi veicoli elettrici e termici).

Il TCO è un indice del costo totale di possesso dei veicoli, che viene utilizzato principalmente dagli operatori professionali, soprattutto dai gestori delle flotte aziendali, per ottimizzare i costi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Dacia Spring Electric, il primo modello 100% elettrico del brand

Today è in caricamento