Conte-Renzi, si va verso lo scontro frontale: ma i sondaggi dicono una cosa chiara

Italia Viva incassa due nuovi arrivi, ora ha 30 deputati e 18 senatori. Renzi (stasera in tv) è pronto ad aprire lo scontro vero con Conte. Ma i sondaggi non premiano l'ex sindaco di Firenze, e a livello di fiducia Conte lo "surclassa"

Conte, premier a ostacoli (foto Ansa)

"Se ci allargheremo ancora? Secondo me sì", ha detto Matteo Renzi fuori da un ristorante di Trastevere nel giorno in cui la deputata Rostan da Leu è passata a Italia Viva. In serata la notizia, poi, dell'uscita del senatore Tommaso Cerno dal Pd. Anche qui, a quanto pare, probabile destinazione Italia Viva. Appoggio esterno? "No lo ho già detto. Sono termini che andavano bene nella prima Repubblica, non ha senso, o stai dentro o stai fuori". ''Dobbiamo decidere cosa fare da grandi, noi non abbiamo mai messo in discussione l'appartenenza a questa maggioranza. Lo ha fatto Conte con parole molto dure e spiacevoli''.

Italia Viva incassa due nuovi arrivi, ora ha 30 deputati e 18 senatori. Iv voterà la fiducia ma avverte: 'Chi forza a colpi di emendamento spacca la maggioranza". Lo scontro aperto tra Matteo Renzi e Giuseppe Conte è solo all'inizio.

''Avete scritto per giorni che IV era finita, che non aveva futuro, che ci sono i 'responsabili'... se poi Conte e palazzo Chigi dicono che si può andare avanti senza di noi, gli facciamo un 'in bocca al lupo'. Italia Viva c'è. Poi ci sono altri più bravi e più numerosi di noi, evviva'' assicura Renzi. ''Se invece questi numeri non ci sono, verificheremo in Parlamento quello che c'è da fare. Siamo in una democrazia parlamentare e in parlamento nascono nuovi governi e ottengono la fiducia". ''Se voglio un altro premier? Io voglio solo che Italia si metta a correre''. ''Non ce l'ho con il presidente del consiglio. E' il presidente del consiglio, il suo portavoce che ha detto 'cambieremo la maggioranza' e che volevano buttare fuori Italia Viva''.

Che cosa c'è dopo il Conte bis

La tensione nel governo con il duello tra il premier Giuseppe Conte e il leader di Italia Viva Matteo Renzi potrebbe portare secondo autorevoli osservatori ad una operazione salva-Conte, pronta per tenere in vita il governo se l'ex premier toscano dovesse sfilarsi. Il piano sarebbe quello di formare un nuovo gruppo parlamentare a Palazzo Madama secondo le nuove regole: serve almeno un eletto sotto le insegne di un partito che si è presentato alle urne. Lo strumento potrebbe essere l'Udc che ha presentato il simbolo con il centrodestra alle ultime elezioni politiche. "L'eletto è il senatore Antonio De Poli. Ma il vero regista - scrive Repubblica - si chiama Paolo Romani. Più volte ministro nei governi Berlusconi, capogruppo di Forza Italia la scorsa legislatura, uomo vicino alla Fininvest, ormai in rotta di collisione con il partito azzurro piegato dalla deriva salviniana. 'Noi ci costituiamo e diventiamo interlocutori del governo', dice Romani".

La crisi troverebbe il suo habitat naturale in Parlamento. Conte vorrebbe andare in Aula, come ha fatto già una volta affrontando Matteo Salvini, per misurarsi con un voto di fiducia nel tentativo di blindare l'esecutivo. Le "schermaglie" di Italia Viva lasciano il segno ma per ora il governo va avanti. Ma Renzi sa che quando staserà andrà a Porta a Porta per dire la sua sull'attuale quadro politico tutti gli occhi dell'esecutivo saranno puntati su di lui.

matteo renzi ansa-7

Il leader di Italia Viva Matteo Renzi in un ristorante per la cena con i parlamentari di Italia Viva (Iv), Roma, 18 febbraio 2020. ANSA/ANGELO CARCONI

Sondaggi, gli italiani hanno più fiducia in Conte che in Renzi

Secondo l'ultimo sondaggio Ixè per la trasmissione di Raitre Carta Bianca, la Lega resta sempre il primo partito al 27,5 per cento, in lieve calo. Segue staccato di sette punti il Partito Democratico al 20,4 per cento. Sotto il 15 per cento il Movimento 5 stelle, mentre Fratelli d'Italia sale addirittura al 12,9 per cento. Quasi il doppio di Forza Italia al 6,9 per cento. Sempre deludente il risultato di Italia Viva di Matteo Renzi, al 3 per cento e pure in leggero calo. 

1-73-37

A livello di fiducia nei singoli leader politici, Giuseppe Conte resta in testa alla classifica secondo il sondaggio Ixè per Carta Bianca, col 39 per cento di consenso: seguono Meloni al 33, Salvini al 31, Zingaretti al 27. Molto staccati Berlusconi al 18 e Di Maio al 19. Chiude questa speciale classifica Matteo Renzi al 13 per cento.

22-2-9

Infine, hanno "molta fiducia" nel governo Conte il 6 per cento degli italiani interpellati. "Abbastanza fiducia" viene espresso dal 29 per cento. In sostanza un dato stabile rispetto alla scorsa settimana. Sono 38 su 100 gli italiani che hanno poca fiducia nell'esecutivo e 27 che non ne hanno alcuna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

33-4-4

Il M5s precipita nei sondaggi. La Lega torna a crescere, balzo in avanti di Fdi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Coronavirus, perché i contagi restano stabili: "Il paradosso del plateau"

  • Coronavirus, Renga: "Nella mia Brescia una tragedia, i nonni non ci sono più"

  • Amedeo Minghi ricoverato: "Avervi accanto è importante" (VIDEO)

Torna su
Today è in caricamento