Giovedì, 29 Luglio 2021
Le ultime notizie / Cina

Incidente alla centrale nucleare di Taishan, la Cina ammette: "Ma nessun rischio"

Un piccolo numero di barre di combustibile danneggiate sta causando un accumulo di gas radioattivi nella centrale nucleare di Taishan, in Cina: le autorità cinesi hanno però escluso qualsiasi pericolo

Immagine di repertorio non riferita al contenuto dell'articolo

Nessun rischio secondo Pechino: "L’aumento della radioattività è nei limiti. Non vi è dispersione radioattiva nell’ambiente". Solo un piccolo numero di barre di combustibile danneggiate sta causando un accumulo di gas radioattivi nella centrale nucleare di Taishan, in Cina: le autorità cinesi hanno però escluso qualsiasi pericolo. L'allarme era scattato lunedì, due giorni fa. La Cnn aveva riferito lunedì di una possibile "perdita" in una centrale nel sud della Cina, che ha gli unici reattori EPR ad essere entrati in servizio nel mondo. Questa tecnologia, progettata per offrire maggiore potenza e sicurezza, si presenta come il fiore all'occhiello dell'industria nucleare francese e una vetrina per EDF.

La Cina aveva finora affermato che i livelli di radioattività intorno all'impianto erano normali. Oggi il ministero dell'Ambiente cinese e l'Autorità per la sicurezza nucleare hanno fornito le prime spiegazioni tecniche. In una dichiarazione congiunta, hanno ammesso un aumento della radioattività all'interno di uno dei reattori causato "da circa cinque barre di combustibile danneggiate". Tale fenomeno definito "corrente" dalle autorità sarebbe  dovuto a "fattori incontrollabili" durante il processo di fabbricazione, trasporto o installazione nello stabilimento.

Le barre di combustibile contengono pellet di uranio e forniscono energia nel nucleo di un reattore nucleare. L'aumento della radioattività nell'impianto è "entro il range regolamentare" ma "non vi è alcuna dispersione radioattiva nell'ambiente", si legge nel comunicato. EDF, che è azionista del 30% nello stabilimento di Taishan insieme al gruppo cinese CGN, ha segnalato lunedì la presenza di "gas rari" nel circuito primario del primo reattore. La procedura prevede che questi gas vengano raccolti e trattati al fine di rimuovere la radioattività, prima di essere rilasciati nell'aria.
 

Fonte: 24matins →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente alla centrale nucleare di Taishan, la Cina ammette: "Ma nessun rischio"

Today è in caricamento