Giovedì, 23 Settembre 2021

Donna evade dai domiciliari: "Portatemi in carcere, ho fame"

La 44enne sta scontando una pena di due anni per reati contro il patrimonio

Immagine d'archivio

Si è presentata nella caserma dei carabinieri e ha chiesto di essere portata in carcere, perché così avrebbe potuto mangiare qualcosa. Succede a San Giovanni in Persiceto, alle porte di Bologna, dove una donna di 44 anni, agli arresti domiciliari dallo scorso settembre, ha implorato i militari di poter tornare in cella.

La donna sta scontando una pena detentiva di due anni per reati contro il patrimonio. I carabinieri non hanno potuto fare altro che offrirle un pasto e contattare i servizi sociali. Dopo aver mangiato la 44enne è stata riportata nella sua abitazione, dal momento che il reato di evasione dai domiciliari non configura automaticamente un inasprimento della pena. La donna non avrebbe parenti che la possano aiutare.

Fonte: BolognaToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna evade dai domiciliari: "Portatemi in carcere, ho fame"

Today è in caricamento