Mercoledì, 27 Ottobre 2021

"Non pubblicate foto dei vostri figli, finiscono in mano ai pedofili": la ricerca shock

Quanto è davvero pericoloso pubblicare le foto dei bambini sui social network? Una ricerca condotta dal governo Australiano desta preoccupazione

Come comportarsi cone le foto dei propri figli e dei bambini in generale su Facebook? C'è una nuova ricerca australiana che fa riflettere e che fa paura: più della metà delle foto dei siti pedo-pornografici viene trafugata da account social dei genitori, a loro insaputa.

Quanto è davvero pericoloso pubblicare le foto dei bambini sui social network? Quali sono le regole base da seguire? Una ricerca condotta dalla Children's eSafety Commissioner del governo Australiano ha scoperto che circa la metà delle immagini pubblicate dai genitori su Facebook e blog rappresentano in totale più della metà delle foto presenti su alcuni siti di pedofilia presi in esame dagli esperti informatici. 

Foto normalissime, quotidiane, bambini che giocano, mangiano, fanno sport e che vengono copiate su siti pedopornografici. Postare le foto dei propri figli su Facebook è rischioso, non si può essere sicuri al cento per cento, secondo Alastair MacGibbon, uno dei responsabili della commissione australiana: 

"Le famiglie - molto innocentemente - mantengono attivi blog nei quali catalogano ogni aspetto della vita dei loro figli, senza pensare a chi svolge attività ossessive per trafugare contenuti di questo tipo”

Come racconta Panorama, alcune foto dopo soli 10 giorni dalla loro pubblicazione vengono viste milioni di volte dai frequentatori di siti di pedofilia.

Fonte: Panorama →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non pubblicate foto dei vostri figli, finiscono in mano ai pedofili": la ricerca shock

Today è in caricamento