Domenica, 21 Luglio 2024
Start, la rassegna di Today

Incendi a raffica, strage di giovani sulla strada, la novità del bancomat "per tutto" e le altre notizie da sapere per iniziare la giornata

Start, la rassegna stampa di Today: edizione di venerdì 28 luglio 2023. Le notizie di oggi

Buongiorno dalla redazione di Today. Ecco Start, le notizie da sapere per iniziare la giornata: è venerdì 28 luglio 2023.

INCENDI INARRESTABILI. Ancora incendi in Sicilia, Puglia, Sardegna, Calabria. Tanti i fronti di fuoco aperti. Turisti evacuati o in fuga. Instancabile il lavoro di vigili del fuoco, protezione civile, con mezzi di terra, elicotteri, canadair. Occhi puntati soprattutto sul Salento in queste ore. L'incendio ha devastato la marina di Ugento. Dal Salento al Gargano, tre diversi roghi nella baia di San Felice. Dietro c'è la mano dei piromani, almeno in molte zone: lo si può dire con certezza per la contemporaneità del fuoco in località diverse, partenza del fuoco all’inizio delle ore serali, punti multipli degli inneschi e scelta dei luoghi con professionalità da conoscitori. Anche la Grecia fa i conti con nuovi incendi. Intanto i nuovi Canadair arriveranno solo nel 2027: sono prodotti da una sola società canadese in regime di monopolio. Si sta lavorando a una soluzione alternativa assieme ad altri Stati membri dell'Ue, perché il problema non è solo italiano.

SANGUE SULLE STRADE. Un pomeriggio qualsiasi in Italia, una zona tra le province di Bari e Barletta. Le ultime vittime sono tre. Due ragazzi di 17 e 19 anni, morti in un incidente stradale ieri pomeriggio alle porte di Canosa di Puglia: in moto si sono schiantati contro un furgone. E una ragazza di 13 anni, morta nell'auto su cui viaggiava con la madre, finita contro un muretto a secco. Una strage quotidiana, quella sulle strade, che non si ferma mai. Nel 2022 sono stati 3.159 i morti, valori in crescita rispetto al 2021 ma ancora in lieve diminuzione nel confronto con il 2019, l'ultimo anno pre Covid. Tutto fa pensare purtroppo che il 2023 segnerà numeri in crescita. Giovanissimi, per lo più 20enni: sono loro le vittime e i feriti più frequenti secondo i dati Istat.

L'AFFONDO DELLA CONTROFFENSIVA. Fonti del Pentagono e dell’esercito ucraino sostengono che sia cominciato "l'affondo principale", più intenso di tutta la controffensiva. Fino a mercoledì le forze ucraine avevano tenuto da parte molte brigate addestrate da Paesi Nato, come riserva, assieme ai loro mezzi migliori. Ora mandano in prima linea migliaia di uomini e stanno rompendo lo stallo apparente. Il generale Claudio Graziano, ex capo di Stato maggiore della Difesa, fa il punto in un'analisi sulla Stampa: "Kiev lancia alcune importanti puntate offensive, ma non ha ancora la capacità operativa sufficiente per penetrare in profondità la difesa Russa, che si dimostra ancora solida.Tutti gli indicatori fanno escludere che la guerra finirà prima di un anno".

MELONI L'AMERICANA. La Cina come "sfida e opportunità". Una totale sintonia sul sostegno all'Ucraina. Ma anche, forse soprattutto, il non scontato impegno ad appoggiare l'approccio italiano nei rapporti con l'Africa, compreso il Piano Mattei. Giorgia Meloni resta oltre un'ora e mezza nello Studio Ovale con Joe Biden e incassa l'apertura di credito per la politica estera italiana sull'obiettivo di non lasciare più scoperta l'area del Mediterraneo.

CASO HENDERSON. Jordan Henderson, ormai ex capitano del Liverpool, è ufficialmente un nuovo giocatore dell'Al-Ettifaq. In Arabia guadagnerà 815mila euro a settimana diventando così il calciatore inglese più pagato di sempre. Ma non è una banale notizia di calciomercato. Lui che si era sempre schierato con la comunità Lgbtq+, diventandone un simbolo vero in Inghilterra, sceglie di andare in un Paese in cui gli omosessuali rischiano la pena di morte. A Liverpool (e non solo) non l'hanno presa benissimo. Comico il video di presentazione dei sauditi, che hanno oscurato la fascia arcobaleno che spesso Henderson indossava. Il potere dei soldi.

Vi segnalo inoltre, in breve:

PNRR RISCRITTO. Il governo riscrive il Pnrr. Tagliati interventi per 15,89 miliardi dalle ferrovie ai Comuni. Ma gli interventi esclusi in teoria verranno recuperati dagli altri programmi finanziati con i fondi della coesione o dello sviluppo. Restano grossi problemi nel riuscire a fare progetti "come si deve".

POS PER TUTTI. C'è un primo accordo tra banche e commercianti per ridurre le commissioni a carico delle piccole attività per l'uso del Pos e quindi diffonderne sempre più l'utilizzo. Firmato il protocollo al ministero: a breve saranno quasi azzerate le commissioni sulle transazioni fino ai 10 euro, forti riduzioni anche per quelle fino a 30 euro. Non c'è più spazio per le scuse, per le bugie del Pos "che non funziona", "non c’è il collegamento", e via dicendo.

SALARIO MINIMO? Se ne riparla a inizio ottobre, se tutto va bene. La discussione sul salario minimo arriva in aula alla Camera e il centrodestra chiede una sospensiva di 60 giorni. Le opposizioni chiedono di introdurre una paga minima oraria di 9 euro, non è chiaro come il governo si muoverà su un tema che dai sondaggi non sembra avere coloro politico.

GUAI PER TRUMP. Il procuratore speciale ha presentato nuovi capi di accusa contro Donald Trump nell'ambito del caso delle carte segrete a Mar-a-Lago. Fra le nuove accuse, i tentativi del suo staff di cancellare i filmati di sorveglianza.

CISGIORDANIA. L'esercito israeliano ha ucciso un ragazzo palestinese di 14 anni nella Cisgiordania occupata.

CALDO "NORMALE". Si attenua l'ondata di caldo sull'Italia: oggi bollino giallo solo per 10 città (Ancona, Bari, Bolzano, Campobasso, Catania, Messina, Palermo, Perugia, Pescara e Reggio Calabria). Sabato le temperature torneranno a salire con Palermo e Perugia che saranno bollino arancione.

PURGATORI, L'ULTIMO SALUTO. I funerali del giornalista d'inchiesta Andrea Purgatori oggi alle ore 10, nella Chiesa degli Artisti in piazza del Popolo, a Roma. Forse sarà intitolato a lui il parco di fronte al Museo per la Memoria di Ustica a Bologna, per ricordarlo vicino a quel relitto del DC9 che in tanti anni ha descritto chiedendo verità e giustizia.

LA SCELTA DI OLGA. L'ucraina Olga Kharlan è stata esclusa dal torneo di sciabola ai mondiali di scherma di Milano per non aver stretto la mano, come da regolamento, alla russa Anna Smirnova, dopo averla sconfitta.

LA FOTO DEL GIORNO. Trovato vivo in Libia Pato, il marito e padre delle due donne, la madre Fati e figlia Marie, morte tra Tunisia e Libia. Si erano separati quando l'uomo, stremato, si era fermato nel deserto, aspettando la morte, e aveva chiesto alle due di proseguire verso una qualche salvezza. Salvato poi da un gruppo di passaggio, le ha riconosciute sui social dalla foto shock delle due morte che ha fatto il giro del mondo: "È esattamente la stessa posizione che hanno quando dormono vicine nel letto". Straziante. Persone, non numeri. Ora l'uomo chiede almeno dei corpi da piangere. “Non so dove li mettano, mi hanno parlato di un obitorio, ma non ho mai sentito nulla di simile qui". Sabato mattina varie associazioni hanno organizzato un sit-in davanti al consolato tunisino a Milano per protestare contro lo sfollamento forzato degli immigrati sub-sahariani da parte di Tunisi.

Marie e Fati

Start va in pausa dal 31 luglio al 18 agosto. La newsletter ritorna lunedì 21 agosto, come sempre di prima mattina, con le notizie da sapere per iniziare la giornata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi a raffica, strage di giovani sulla strada, la novità del bancomat "per tutto" e le altre notizie da sapere per iniziare la giornata
Today è in caricamento