Domenica, 28 Febbraio 2021

La nuova inchiesta di Striscia La Notizia sulle mascherine biotech insicure

Il tg satirico: "Non convincono i test di conformità". L’azienda: "Il nostro è un metodo innovativo"

Mascherine (immagine generica di repertorio Ansa)

Stasera a "Striscia la notizia" va in onda un nuovo capitolo delle inchieste che il tg satirico sta realizzando sulla qualità di filtraggio delle mascherine. Secondo la tesi del tg satirico nonostante la marcatura CE molte filtrano meno del 95% previsto dalla legge. Moreno Morello, l'autore del servizio, racconta cosa ha scoperto al Corriere della Sera: "«Abbiamo notato da subito che la procedura di validazione dell’Istituto superiore di sanità, che dovrebbe essere elemento di tranquillità per tutti, induce le persone a credere che l’Istituto controlli anche l’efficacia dei dispositivi, invece si limita a un semplice controllo documentale. La stessa percezione errata si ingenera con la marcatura CE (l’alternativa alla validazione dell’Iss) perché in sostanza sono i produttori stessi a marcare come CE le mascherine, facendo in proprio dei test senza che nessuno ne controlli il risultato e dunque dichiarandone la conformità. E i test a campione che abbiamo fatto hanno dimostrato che circolano troppe mascherine non a norma". 

Stasera si parla della U-Mask, mascherina biotech riutilizzabile fino a 200 ore secondo il claim pubblicitario, indossata anche da Chiara Ferragni e Fedez e usata in Parlamento e in Formula 1: "I consumatori hanno la percezione di avere su naso e bocca una protezione superiore rispetto a quella garantita dalle chirurgiche, ma i test — fatti in più laboratori qualificati — rivelano che siamo sotto di svariati punti. Insomma le U-Mask filtrerebbero meno di quelle da 50 centesimi e costano pure 35 euro". Secondo l'azienda produttrice la mascherina non si potrebbe testare con i metodi tradizionali, così è stata esaminata con un loro metodo, innovativo e personale. Che però non risulta validato. 

Governo di salvezza nazionale: le dimissioni e il Conte-ter con Renzi e Forza Italia

Intanto U-Mask fa girare questa mail tra chi ha acquistato il suo prodotto, sottolineando che le mascherine sono "regolarmente autorizzate e supportate dalla documentazione conforme alla legge"

u-mask striscia la notizia-2

Ma nel frattempo, scrive l'agenzia di stampa Ansa, la Procura di Milano ha disposto il sequestro in dieci farmacie milanesi e nella sede della società di 15 mascherine U-Mask complete di filtro e di 5 filtri per effettuare le analisi sulla loro effettiva capacità di filtraggio e se conforme a quanto dichiarato dall'azienda. L'inchiesta coordinata dai procuratori aggiunti Tiziana Siciliano ed Eugenio Fusco è stata affidata alla Polizia locale e alla polizia giudiziaria del dipartimento Salute, Ambiente e Lavoro. Nell'indagine nata da un esposto di una ditta concorrente, è indagata per frode nell'esercizio del commercio l'amministratore della filiale italiana della società. "Confermiamo che questa mattina su richiesta della procura della Repubblica di Milano sono state svolte acquisizioni documentali sul nostro prodotto U-Mask. Abbiamo collaborato attivamente con gli inquirenti, fornendo tutta la documentazione richiesta. Ribadiamo che il prodotto U-Mask rispetta pienamente le norme e le leggi in materia", quanto dichiara U-Earth, la divisione italiana dell'azienda britannica che produce le mascherine bio-tech U-Mask, cu cui la procura di Milano ha aperto un'inchiesta. L'indagine nasce dall'esposto di una ditta concorrente che contesta la capacità di filtraggio dichiarata, al 98-99%, ma che si fermerebbe al 70%. "Tutta la documentazione tecnica relativa ai nostri dispositivi è stata a suo tempo inviata, come prescritto dalla legge, alle autorità competenti (ministero della Salute) che, preso atto della correttezza della documentazione accompagnatoria e delle prove tecniche effettuate, ne ha disposto l'approvazione e la registrazione come dispositivi medici di classe uno", prosegue l'azienda nella nota. "Siamo certi che le indagini in corso chiariranno la trasparenza del nostro operato".

Gallery

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova inchiesta di Striscia La Notizia sulle mascherine biotech insicure

Today è in caricamento