Condannato a morte per l’omicidio dei 5 figli, la moglie ai giurati: “Salvatelo, lo amavano”

Il caso di Timothy Jones, condannato alla pena capitale in North Carolina per aver ucciso i cinque figli piccoli

foto di repertorio Pixabay

Ha ucciso i suoi cinque figli piccoli e per questo è stato condannato a morte. La moglie aveva chiesto ai giurati di risparmiargli la vita perché, ha ricordato, i suoi bambini lo amavano.

“Non ha mostrato nessuna pietà per i miei figli ma loro lo adoravano e se parlo a nome loro e non di me stessa, questo è quello che devo dire”, ha ammesso Amber Kyzer davanti al giudice di un tribunale della contea di Lexington nel North Carolina, durante il processo a suo marito Timothy Jones.

Dopo aver ucciso i cinque figli (il piccolo di un anno e il più grande di otto), Jones ha messo i corpi in macchina e ha guidato per nove giorni, prima di gettarli dentro sacchi della spazzatura agli angoli di una strada, in Alabama. L’uomo, che aveva ottenuto al tempo della separazione della moglie la custodia dei figli, ha ammesso di aver ucciso per primo il figlio di sei anni Nathan, dopo averlo scoperto mentre confessata alla madre per telefono di aver rotto un oggetto in casa. Nelle ore successive, Jones è uscito per andare a comprare le sigarette portando con sé la figlia più grande e lasciando gli altri più piccoli in casa, con il corpo del fratellino morto. Una volta rientrato, li ha strangolati tutti.

Per la difesa, John soffre di schizofrenia non diagnosticata, aggravata dall’uso di alcol e droghe ma la giuria ha respinto l’ipotesi che l’uomo potesse essere ritenuto non colpevole per infermità mentale. Il suo avvocato sosteneva inoltre che condannare Jones alla pena di morte aggiungesse dolore a una famiglia già molto provata da tante morti. I giurati, nonostante anche la madre dei bambini avesse chiesto appunto di non condannare Jones perché contraria alle pena di morte, hanno deciso diversamente. Durante la lettura della sentenza da parte dei giurati, Jones non ha mostrato alcuna emozione.

Fonte: Time.com →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento