Lunedì, 12 Aprile 2021
Epic fail / Regno Unito

Scopre dopo 6 mesi che suo "padre", nel gruppo WhatsApp di famiglia, è in realtà un perfetto sconosciuto

L'uomo aveva due persone in rubrica con lo stesso nome, tra cui suo padre. In chat di famiglia, però, ha inserito l'altra. Scoprendolo dopo 6 mesi

Immaginiamo di condividere fotografie, commenti, scadenze, momenti privati della nostra vita, a volte anche pettegolezzi, con un perfetto sconosciuto. E di accorgercene solo dopo 6 mesi.

Può succedere? Purtroppo certo che sì, soprattutto nel mondo dei social e della messaggistica istantanea in cui bisogna avere mille occhi.

È quello che è successo a un giovane uomo che, su Twitter, ha scatenato il web raccontando la sua storia: l'utente @jonnohopkins ha raccolto migliaia di like e commenti spiegando di aver creato - come molti - un gruppo su WhatsApp per la sua famiglia. Giusto lui, i genitori, e via dicendo, per condividere le cose più private e importanti. Dopo aver impostato il gruppo, però, suo padre ha iniziato a chiamarlo spesso per chiedere cose che il figlio aveva già scritto nella chat. Un campanello d'allarme? No, il nostro protagonista ha dato la colpa all'età del padre e alla sua scarsa dimestichezza con la tecnologia: "Papà, la cosa che mi stai chiedendo l'ho già scritta su WhatsApp, leggi la chat!". E lui, di rimando, rispondeva in modo vago, dicendo di non essere troppo capace.

Tutto ciò fino a quando, dopo 6 mesi, la sorella chiede allegramente di poter aggiungere il padre alla chat di gruppo. E a questo punto a @jonnohopkins crolla il mondo addosso.

E qui si svela l'arcano: il "Peter" (nome del padre) che l'uomo aveva aggunto non era l'anziano genitore, ma un altro Peter! Insomma, il nostro protagonista aveva salvato con lo stesso nome in rubrica due persone diverse, il padre e un'altra, solo che al momento di aggiungere il genitore alla chat di famiglia, per sbaglio ha selezionato l'altra.

Ma insomma, a questo punto vogliamo sapere chi era l'altro Peter aggiunto per sbaglio: come svela il Mirror, era un idraulico che aveva aggiustato la loro lavatrice nel 2013. E, di fatto, l'idraulico non aveva partecipato a nessuna conversazione nella chat di famiglia, ma questo non era un problema perché si pensava che "papà Peter", non essendo affatto tecnologico, non avrebbe risposto. Lui, d'altronde, confermava di non aver mai scritto niente su nessun gruppo WhatsApp.

"Per un attimo ho pensato - racconta @jonnohopkins su Twitter, per stemperare con un po' di umorismo - che dopo sei mesi, visto che l'idraulico non aveva ancora comunicato di essere stato inserito nella chat sbagliata, evidentemente aveva accettato il suo ruolo come nostro nuovo papà". Ma il suo "leale" attaccamento alla famiglia sbagliata non è stato premiato: il "povero" idraulico, dopo questo gigantesco epic fail, è stato sbattuto fuori dalla chat senza pietà.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scopre dopo 6 mesi che suo "padre", nel gruppo WhatsApp di famiglia, è in realtà un perfetto sconosciuto

Today è in caricamento