Gli effetti della quarantena sul nostro fisico e come imparare a non lasciarsi andare

Stress, abbuffate e sedentatierà. Ecco le abitudini da interrompere e le armi con cui riuscirci

Gli effetti della quarantena sul nostro fisico e come imparare a non lasciarsi andare

Non sottovalutare le conseguenze della quarantena. Non è il remake del film diretto da Paolo Sorrentino ('Non sottovalutare le conseguenze dell'amore', ndr), ma un invito che dobbiamo fare a noi stessi in questi giorni di isolamento forzato. Come fa notare TrevisoToday, infatti, di fronte alla prospettiva di trascorrere giornate prive di appuntamenti in agenda e scadenze da rispettare, nasce il pericolo di lasciarsi suggestionare da sentimenti di panico, stress e depressione. Il trucco per combatterli è prendere consapevolezza degli effetti che l'immobilismo domestico può avere sul nostro corpo e delle armi che possediamo per combatterli. 

Il consumo incontrollato di cibo da stress

Quando il gioco si fa duro, i duri... mangiano. Bene, molti di noi lo fanno. L’ansia, la paura e l'incertezza che tutti sentiamo a causa di COVID-19, innescano una fame da stress e sottoporci a abbuffate di cibo senza soluzione di continuità. Ma perché avviene tutto questo? Mangiare può servire come una distrazione temporanea da tutte le cose spaventose in corso, può permetterci di auto-calmarci e può persino reintegrare i nostri livelli di energia, esauriti dallo stress. Questo può essere uno dei motivi per cui gli alimenti che bramiamo così tanto in tempi difficili, tendono ad essere ricchi di grassi e zuccheri, poiché entrambi forniscono energia rapida. Inoltre l’isolamento sociale, ha traslato il lavoro a casa e questo significa lavorare a pochi passi dal frigo. Se tutto ciò suona dolorosamente familiare (doloroso come la tua cintura ormai troppo stretta), datti una regolata, ritorna in te stesso e dosa i tuoi pasti.

In questo senso vi consigliamo i suggerimenti della dottoressa Deborah Tognozzi, biologa, nutrizionista, specialista in Applicazioni biotecnologiche del Gruppo Sanitario Usi di Roma, che tratteggia un vero e proprio menù da quarantena. In questi giorni di permanenza forzata in casa, infatti, prendere chili in più è un rischio in agguato, con conseguenze non solo sulla linea, ma anche sullo stato di benessere. Meno zuccheri e no a spuntini incontrollati, sì ai condimenti crudi, verdure e cereali integrali, dunque. E ancora: fuori dalla vista i cibi grassi e fare una lista della spesa scritta per non sgarrare tra gli scaffali del supermarket. 

Esistono inoltre cibi capaci di combattere lo stress, dai cereali integrali alle carni bianche fino al cioccolato fondente. Qui trovate tutti i consigli per la vostra tavola. 

Coronavirus e fame nervosa, ecco i cibi che aiutano a combattere lo stress

L'ansia può uccidere il tuo appetito

Ci sono alcune persone, tuttavia, i cui appetiti muoiono completamente quando lo stress si fa sentire. Mentre la dieta dell'ansia può essere efficace, è tutt'altro che divertente. I livelli di stress aumentano la produzione dell'ormone cortisolo da parte dell'organismo, che non solo uccide l'appetito ma tende ad essere accompagnato da ulteriori sintomi non troppo divertenti, tra cui nausea e oppressione muscolare. Inoltre, il cortisolo stimola la produzione di acido ad alto livello e l'acido dello stomaco, può portare allo sviluppo di ulcere. Se ti accorgi di non voler mangiare granché, assicurati di dormire molto. Essere ben riposati, può aiutare a livellare i picchi di stress. Dovresti anche provare a stabilire un programma per mangiare, invece di aspettare che la fame sovvenga o l'umore sia giusto, dal momento che nessuno delle due opzioni potrà mai accadere. Infine, scegli alcuni alimenti che puoi quasi tollerare - zuppa, forse o cracker e assumi quelli fino a quando non inizi a stancartene e a voler provare qualcos'altro.

Non trascurare la forma fisica

I tuoi sforzi di mesi, impegno e i relativi allenamenti in palestra vengono annullati a causa del coronavirus. Se lo usi come una scusa per smettere di allenarti del tutto, però, questa è una decisione che presto rimpiangerai. Occorrono solo due settimane di inattività, prima che il tuo livello di fitness inizi a cedere Dunque senza una palestra, non è detto che tu non possa farlo, allora allenati regolarmente a casa. Muoviti, anche se sei bloccato a casa: sollevare alcuni pesi, fare alcuni flessioni, affondi, addominali. Attiva un atteggiamento proattivo per te stessa/o, questo non solo migliorerà la tua salute fisica, ma probabilmente farà anche meraviglie per il tuo stato mentale.

In tal senso consigliamo tutti gli esercizi consigliati dal trainer coach Daniele Tarozzi, dal riscaldamento (senza corsa) agli allenamenti con bottiglie d'acqua e sedie, fino ai due minuti di respirazione consapevole. 

Come allenarsi in casa ai tempi del Coronavirus: tutti i consigli del coach Daniele Tarozzi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il caldo, quello vero: allerta in 10 città ma il weekend subirà un'irruzione atlantica

  • Angelica Donati, figlia di Milly Carlucci, ottiene una carica istituzionale da record

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 1 agosto 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Elezioni regionali 2020: tutti gli ultimi sondaggi e le ultime notizie

  • Uomini e Donne, l'ex tronista Ludovica Valli: "Sto male, analisi costanti ma mi fido dei medici"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento