Sabato, 5 Dicembre 2020
Libri
MENU

Km 123 l'ultimo libro di Andrea Camilleri: la nostra recensione

Abbiamo letto per voi il romanzo breve "Km 123" di Camilleri. Un romanzo pieno di intrighi in cui la bravura e l'ironia dello scrittore siciliano la fanno da padrone. Per ricordarlo nel giorno della sua dipartita

Il maestro del giallo italiano, Andrea Camilleri ha lasciato un ultimo titolo in libreria, questa volta senza il suo fidato amico Montalbano, ma con un romanzo breve intitolato “Km 123”.

Lo scrittore siciliano ha realizzato la sua ultima fatica in occasione del novantesimo anniversario dei Gialli Mondadori, a cui faranno seguito altre opere di scrittori diversi.

Abbandonati i romantici e soleggiati paesaggi della Sicilia, Camilleri ha deciso di ambientare la sua storia a Roma puntando tutto sui dialoghi e tralasciando le ricostruzioni ambientali e le descrizioni tipiche dei suoi romanzi.

Nonostante questo l’abilità di Camilleri trasporta il lettore all’interno del mistero tanto che chi legge può immedesimarsi perfettamente nei panni di un giornalista, di un amante appassionato oppure di un investigatore che va oltre la realtà dei fatti.

Schermata 2019-04-27 alle 13.48.27-2

Tutto inizia con una telefonata senza risposta. Ester prova a contattare il suo amante Giulio Davoli coinvolto in un incidente d’auto. Quello che a prima vista può sembrare un semplice tamponamento agli occhi del testimone appare un tentato omicidio.

Il signor Corradini, ex collaudatore di macchine è certo che l’auto della vittima è stata speronata per farla precipitare nella scarpata.

Nella storia arriva anche Giuditta, la moglie di Giulio dal carattere freddo e enigmatico pronta ad attuare la sua vendetta quando meno ce lo aspettiamo.

A questa fanno seguito altri misteri, morti tanto che arriviamo a sospettare di tutti, della moglie algida, dell’amante apparentemente frivola, sicuri di avere la verità a portata d mano.

Con la bravura tipica di Camilleri, il lettore si perde nelle sue ipotesi, nelle sua certezze, fino a quando un colpo di scena ribalta tutte le sue convinzioni. Un giallo avvincente in cui la cifra stilistica dello scrittore siciliano si riconosce nell’abilità di aver creato un intreccio in cui tutto si confonde, ma ognuno ha un ruolo e un posto ben definito all’interno del romanzo.

Il ritmo veloce e incalzante del racconto è reso unico dallo humor che da sempre contraddistingue Camilleri, con il suo colpo di scena finale beffa tutti i lettori convinti di aver indovinato il colpevole.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Km 123 l'ultimo libro di Andrea Camilleri: la nostra recensione

Today è in caricamento