rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Città Treviso

Contro l'inquinamento, il Comune arruola gli annusatori

A Pederobba, in provincia di Treviso, il sindaco ha arruolato delle sentinelle anti inquinamento per controllare lo stato di salute dell'aria. "Sono volontari, nessuna tassa per i cittadini", assicura il primo cittadino

TREVISO - Cittadini con il naso all'insù per saggiare l'aria e un blocchetto in mano per prendere appunti. A Pederobba, cittadina in provincia di Treviso, il sindaco Raffaele Baratto, 49 anni, ha preso una singolare iniziativa a tutela dell'ambiente e, in particolare, della salubrità dell'aria.

I veneti, si sa, sono molto legati al proprio territorio e il primo cittadino di Pederobba incarna in pieno questo spirito. Per far fronte ai problemi di inquinamento dell'aria del Comune, legati soprattutto alla massiccia presenza industriale, Raffaele Baratto ha deciso di arruolare degli annusatori, delle sentinelle anti-inquinamento che vigilino sullo stato di salute dell'aria di Pederobba.

L'ennesima spesa inutile? È prematuro sbilanciarsi sull'utilità di questo progetto di monitoraggio, ma sul suo costo Baratto ha risposto immediatamente, rassicurando i contribuenti.

"Gli annusatori non gravano sul bilancio comunale - ha spiegato - perché sono volontari impiegati nelle aziende del nostro distretto. È un servizio che vogliamo potenziare perché teniamo molto all'aria che respiriamo".

Il sindaco di Pederobba ha inoltre anticipato che presto saranno avviati un secondo progetto, che coinvolgerà ventidue Comuni, e un piano di risanamento dell'aria, con incentivi per la rottamazione di stufe e caminetti. Sempre per amore dell'aria. (da TrevisoToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro l'inquinamento, il Comune arruola gli annusatori

Today è in caricamento