rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Città Brindisi

La cocaina nascosta tra le caramelle e venduta ai ragazzini

I pacchetti con la polvere bianca erano custoditi nelle basi dei segnali stradali o nei guard rail. Una dose poteva costare dai venti ai quaranta euro

Dosi di cocaina nelle confezioni di caramelle o gomme da masticare e i pacchetti nascosti nelle basi dei segnali stradali o dietro ai guard rail. E' quanto hanno scoperto i carabinieri a San Pietro Vernotico, nel Brindisino, dove dieci persone sono state arrestate (8 in cella e due ai domiciliari) e per altre due è stato disposto l'obbligo di presentazione. L'accusa mossa nei confronti degli indagati è detenzione ai fini di spaccio di droga. 

L'inchiesta è stata denominata "Quota 167", prendendo il nome dal quartiere in cui avveniva lo spaccio. Tra i clienti anche ragazzini di 14 e 15 anni. Secondo quanto accertato, le dosi erano nascoste in confezioni di caramelle o di gomme da masticare, a loro volta occultate nelle basi di segnali stradali, dietro ai guard rail o lungo i canali di scolo delle acque. Si andava da un minimo di 20 e un massimo di 40 euro per singola dose.

Quattro degli indagati sono accusati anche di avere tentato, il 26 dicembre 2020, di introdursi nell’abitazione di una donna che non riusciva a onorare un debito di droga. Il colpo è però sfumato.

L'inchiesta è partita da un controllo fatto nel 2020 tra le case popolari di San Pietro Vernotico e che ha portato al ritrovamento di armi e droga in un terreno adiacente alle abitazioni. I carabinieri, ritenendo che il nascondiglio fosse gestito da pregiudicati residenti nella zona, hanno iniziato a controllare la zona scoprendo così una fiorente attività di spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cocaina nascosta tra le caramelle e venduta ai ragazzini

Today è in caricamento