rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Città Belluno

Pornoterapista droga i pazienti e ci fa sesso: comincia il processo, lui è fuggito ai Caraibi

E' iniziato martedì mattina il processo contro il falso medico che nel bellunese abusava dei pazienti dopo averli narcotizzati

BELLUNO - Nell'aula del tribunale di Busto Arsizio (Varese) ci sono i pazienti vittime del falso medico bellunese R.B.. Raccontano la squallida esperienza vissuta anni fa sul lettino del massaggiatore-porno, con l'ausilio delle fotografie scattate proprio da quest'ultimo e mostrate dal pm. L'imputato, intanto, è fuggito ai Caraibi, a Santo Domingo, approfittando della scadenza dei termini di custodia cautelare.

SESSO SUL LETTINO - Il processo apertosi martedì scorso riguarda fatti avvenuti a partire dal 2007, quando per una pura casualità emerse il caso dello studio medico degli orrori: un paziente si risvegliò dalla sedazione e si trovò il medico nudo chino su di lui. Il ragazzo urlò e così i parenti, in sala d'attesa, accorsero nella stanza e chiamarono i carabinieri. Altri pazienti avevano vissuto lo stesso incubo: arrivati dal presunto specialista per curare soprattutto problemi alla schiena, venivano narcotizzati e sodomizzati.

UNA TESTIMONIANZA - Così il falso medico abusava di loro, nei suoi due studi di Gallarate (Varese) e Colle Santa Lucia (Belluno). "Mi aveva fatto addormentare, ma a un certo punto della seduta mi risvegliai per il forte dolore e ricordo di averlo visto a gambe nude, coperto solo dal camice. Mi diede un’altra pastiglia e io tornai a dormire", racconta sconcertata una vittima.

LE ACCUSE - Il pornoterapista, ora scappato all'estero, è accusato di violenza sessuale, esercizio abusivo della professione medica, spaccio, truffa ed evasione fiscale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pornoterapista droga i pazienti e ci fa sesso: comincia il processo, lui è fuggito ai Caraibi

Today è in caricamento