Venerdì, 24 Settembre 2021
Città Napoli

L'ultimo saluto al piccolo Giuseppe, il bimbo ucciso a Cardito: mamma scortata dalla polizia

I funerali a Pompei del bimbo ucciso a Cardito dal compagno della madre, reo confesso

Un commosso e lungo applauso, fuori e dentro la chiesa, ha accolto la bara di Giuseppe. Il padre naturale del bimbo, ucciso domenica scorsa in un'abitazione a Cardito dal compagno della madre, ha voluto dare l'ultimo saluto al figlio a Pompei, suo comune di origine. Nella piccola parrocchia di San Giuseppe, oltre all'arcivescovo di Pompei, monsignor Tommaso Caputo, che ha celebrato la funzione, i sindaci di Cardito, Giuseppe Cirillo, e Pompei, Pietro Amitrano, è arrivata anche la madre del bimbo, Valentina Casa.

La donna è stata accompagnata e scortata dalle forze dell'ordine fin dentro la chiesa. All'uscita una donna con un passeggino l'ha duramente insultata. Necessario l'intervento delle forze dell'ordine che l'hanno allontanata. Valentina Casa ha voluto dare l'ultimo saluto a suo figlio dopo averlo visto massacrare sotto i suoi occhi. La donna ha riferito ai magistrati di essere rimasta paralizzata mentre il compagno picchiava i suoi due bambini. E' riuscita a salvare solo la bimba più piccola, di soli quattro anni, nascondendola sotto le coperte.

I funerali di Giuseppe, il bimbo ucciso a Cardito

"Siamo qui per accompagnare Giuseppe nel suo ultimo viaggio terreno. Il dolore ci stringe l'anima e quasi ci toglie il respiro", sono state le prime parole pronunciate dall'arcivescovo di Pompei, monsignor Tommaso Caputo. "Siamo qui - ha aggiunto l'arcivescovo - anche per trovare una parola di conforto che getti una luce di speranza su questa vicenda tragica. Ora quel che più serve è il silenzio, che oltrepassi il frastuono e il clamore che si è creato attorno alla morte di Giuseppe, un silenzio che ci aiuti a riflettere e, perché no, a piangere".

bimbo cardito ansa-3
Fiori e peluche per il bimbo di Cardito a Napoli, 29 Gennaio 2019. ANSA/CESARE ABBATE

"Caro Giuseppe, la vita ti ha perduto e ci mostra il rimpianto, la consapevolezza di un male che diventa malessere, ci mostra gli occhi sbarrati di fronte all'abisso e i cuori afflitti di chi sente la tua morte come un irreparabile sfregio all'umanità", ha detto ancora monsignor Tommaso Caputo nella sua omelia. "Di fronte all'orrore e alla pietà che la tua fine ha causato - ha detto l'arcivescovo rivolgendosi idealmente al bimbo ucciso - vorremmo che sapessi che non era per te e per nessun altro l'abisso che hai invece trovato sulla tua strada. Non è roba che può venire dagli uomini".

"E' qualcosa che non dimenticheremo mai", ha detto il sindaco Cirillo. "Siamo qui - ha spiegato il sindaco - per attestare la nostra vicinanza a tutte le persone che volevano bene al caro Giuseppe. Ora è il momento del silenzio". Lunedì a Cardito si terrà una fiaccolata per ricordare il piccolo. Poi, ha spiegato Cirillo, "penseremo alle due bambine, le sorelline di Giuseppe. Faremo tutto quello che la legge ci consente di fare, anche qualcosa in più. Penso ci sarà anche una mobilitazione da parte di tutta la società civile, della comunità di Cardito", ha concluso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo saluto al piccolo Giuseppe, il bimbo ucciso a Cardito: mamma scortata dalla polizia

Today è in caricamento