Sabato, 15 Maggio 2021

Tragedia in montagna: precipita per 150 metri nel vuoto, Giulia muore a 29 anni

A dare l'allarme i compagni di escursione. Inutili per la ragazza i soccorsi: l'impatto con le rocce è stato fatale

Una giovane alpinista trentina è morta nel giorno di Ferragosto dopo essere caduta mentre percorreva il sentiero che porta alla Cima delle Anime, in Val Passiria. A dare l’allarme sono stati i compagni di escursione. Inutili purtroppo i soccorsi. La vittima, Giulia Tita, aveva 29 anni. 

L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di ieri 15 agosto durante l’ascesa verso la cima. Secondo una prima ricostruzione, la ragazza avrebbe perso l’equilibrio, precipitando per 150 metri nel vuoto. 

Sul posto è intervenuto l’elicottero Pelikan 1 della Provincia autonoma di Bolzano, con a bordo l’equipe medica e i tecnici del soccorso alpino. Per Giulia Tita però l’impatto con le rocce si è rivelato fatale e i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso, come riporta TrentoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia in montagna: precipita per 150 metri nel vuoto, Giulia muore a 29 anni

Today è in caricamento