Sabato, 8 Maggio 2021
Cronaca / Verona

Auto carica di vecchie bombe prende fuoco nel parcheggio di Gardaland

Il cortocircuito di un fanale stava distruggendo la vettura di cuneese che, nei giorni precedenti, era andato sulle Alpi bellunesi in cerca di residuati bellici con il metal dector

Proiettili e bombe: erano nell'auto in fiamme

PESCHIERA DEL GARDA (VERONA) - I carabinieri di Peschiera del Garda hanno denunciato a piede libero un uomo per detenzione di armi da guerra. Le conseguenze del possesso illegittimo dei residuati bellici avrebbero potuto essere molto gravi. Ieri pomeriggio, nel parcheggio del parco di divertimenti Gardaland, gli addetti del servizio antincendio interno sono intervenuti per spegnere le fiamme che, a causa del corto circuito di un fanale posteriore, stavano distruggendo un’autovettura

DRAMMA SFIORATO - Per pura casualità e grazie alla tempestività dell’intervento, si è evitato un vero e proprio dramma. Il proprietario dell’autovettura era giunto al parco di divertimento con la sua famiglia, lasciando nel bagagliaio della sua auto un carico inquietante, risultato delle vacanze trascorse sulle Alpi bellunesi andando a caccia di residuati bellici con il metal detector: oltre cento proiettili, un dozzina di bombe a mano e altro materiale bellico, il tutto appoggiato sulla bombola del gpl con cui era alimentata la sua berlina familiare, così trasformata in una bomba vera e propria disinnescata all’ultimo momento.

DENUNCIATO - Il responsabile, un 45 cuneese con moglie e figli adolescenti a seguito, è 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto carica di vecchie bombe prende fuoco nel parcheggio di Gardaland

Today è in caricamento