rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cremona

Chiede di sposare in fretta un uomo a cui stanno amputando una mano, ma i carabinieri scoprono tutto

La donna è stata denunciata per circonvenzione d'incapace e induzione al matrimonio

Circonvenzione d'incapace e induzione al matrimonio: sono le accuse mosse nei confronti di una donna straniera che stava per sposarsi con un anziano di Soncino, comune in provincia di Cremona, in condizioni di fragilità. È stata denunciata dai carabinieri della locale stazione, secondo cui - si legge in una nota - il matrimonio avrebbe potuto avere "conseguenze rilevanti dal punto di vista patrimoniale a danno della vittima e degli eredi, e di carattere non patrimoniale relativi alla cittadinanza della donna".

Ma la presunta truffa, fortunatamente, è stata sventata in tempo. A far scattare il campanello d'allarme agli investigatori è stata la pubblicazione di matrimonio sull'albo pretorio del comune, come da prassi, un paio di settimane prima della cerimonia. I militari hanno riconosciuto la donna, che risultava essere già convivente con un uomo, dal quale aveva già avuto dei figli. Nei giorni della pubblicazione all'albo, in attesa della celebrazione vera e propria, l'anziano (e futuro marito) è stato pure ricoverato in ospedale per una delicata operazione, l'amputazione di una mano, con una successiva e lunga riabilitazione.

In questi frangenti la donna avrebbe fatto pressioni in municipio per anticipare il prima possibile la data delle nozze, anche a costo di celebrarle nella struttura sanitaria. Una serie di circostanze che ha convinto i carabinieri ad approfondire la vicenda, fino a smascherare la presunta truffa. La donna avrebbe riferito di volersi recare nel suo paese d'origine, subito dopo il matrimonio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede di sposare in fretta un uomo a cui stanno amputando una mano, ma i carabinieri scoprono tutto

Today è in caricamento