rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Città Catania

Il ristoratore si rifiuta di servirli dopo le 22: “Te la facciamo pagare”, e tornano con un fucile ad aria compressa

Scene di follia a Bronte (Catania). Denunciati due 24enni del posto per violenza privata e spari in luogo pubblico

Ieri sera alle 22, come da regolamento, il titolare di una panineria di Bronte (Catania), aveva appena concluso la vendita al pubblico quando due giovani si sono avvicinati e pretendendo di acquistare panini e consumarli nel locale. Il ristoratore ha provato a spiegare loro che non poteva proprio accontentarli perché dalle 22 può effettuare esclusivamente la vendita a domicilio. A quel punto però i due giovani lo hanno minacciato: “Se non ci dai da bere te le facciamo pagare”.

I due si sono allontanati per poi far ritorno poco dopo verso il locale, che si trova in Corso Umberto, a bordo della loro macchina. Uno di loro è sceso imbracciando un fucile ad aria compressa e ha sparato due colpi, poi si è avvicinato al locale facendo scappare gli addetti alla consegna, terrorizzati dalla scena.

Immediatamente è partita la richiesta d’aiuto ai carabinieri, che nel giro di poco tempo hanno rintracciato l’autovettura dei due giovani, i quali però si erano già disfatti del fucile, gettandolo presumibilmente nel fiume Simeto. I carabinieri della stazione di Bronte li hanno quindi denunciati: si tratta di due 24enni del posto, ritenuti responsabili di violenza privata e spari in luogo pubblico, sanzionati anche per aver violato il coprifuoco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ristoratore si rifiuta di servirli dopo le 22: “Te la facciamo pagare”, e tornano con un fucile ad aria compressa

Today è in caricamento