rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Città Napoli

Motociclista picchiato perché andava "troppo piano"

Un uomo è stato aggredito da due sconosciuti, a bordo di un'auto. Prima gli insulti e poi i pugni. Il racconto della vittima: "Salvo grazie al casco"

Un motociclista picchiato perché "andava troppo piano". È quanto accaduto a Napoli, al Vomero. Un pestaggio in piena regola quello denunciato dalla vittima, Corrado, che ha raccontato la sua disavventura in un post sui social.

Secondo quanto ricostruito, l'uomo era da solo e stava percorrendo via Cilea quando l'automobilista alle sue spalle ha richiamato la sua attenzione. Nulla di amichevole: ha iniziato a lamentarsi per l'andatura - a suo dire troppo lenta - della vittima. Poi l'auto si è accostata e sono iniziati gli insulti. In pochi minuti la situazione è degenerata: l'uomo seduto accanto al conducente è sceso dal mezzo e ha colpito la vittima.

"Non stavo intralciando il traffico - racconta Corrado -. Evidentemente avevo la 'colpa' di non correre e ciò li avrà infastiditi. Io ho reagito mandandoli a quel paese e gesticolando come per dire 'Passate!!!'. Mi affiancano e ci fermiamo entrambi. Loro mi rivolgono vari insulti impronunciabili. Ero convinto che la cosa finisse lì ed avrei voluto dir loro che era assurdo il loro comportamento giacché io stavo guidando per conto mio senza fare né infrazioni né ostacolandoli. Ma non ne avuto il tempo. Il passeggero esce dall'auto e mi prende a pugni un faccia ripetutamente cogliendomi anche di sorpresa. Finisco a terra e lui continua a colpirmi mentre io chiedo solo 'Basta!!'. Poi se ne va buttando la mia moto a terra. devo ringraziare il casco altrimenti avrei certamente riportato conseguenze ben peggiori".

In aiuto del motociclista sono intervenuti diversi passanti e il personale del 118, che gli ha prestato le prime cure.

Tutte le notizie su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motociclista picchiato perché andava "troppo piano"

Today è in caricamento