Lunedì, 26 Luglio 2021
Città Brescia

Bimba morta dopo un'otite non curata: condannata a 2 anni la pediatra

Nicole Zacco era deceduta nella primavera del 2018 quando aveva solo 4 anni. La dottoressa aveva scelto il rito abbreviato

Foto di repertorio

E' stata condannata a due anni per omicidio colposo la pediatra di Nicole Zacco, la bambina di Gottolengo, nel Bresciano, deceduta nella primavera del 2018 per via di un'otite non curata degenerata poi in una infezione cerebrale quando aveva solo 4 anni. La dottoressa, oggi in pensione, aveva scelto il rito abbreviato. 

Secondo l'accusa in qualità di medico curante la pediatra avrebbe omesso di "adottare le terapie e le prescrizioni che il caso avrebbe imposto, secondo le buone pratiche accreditate dalla comunità scientifica, non impedendo così l'aggravamento del processo patologico che ha condotto al decesso della paziente". Nella relazione richiesta dalla Procura si leggeva inoltre di "uno sproporzionato ritardo diagnostico e terapeutico, che ha abbattuto pesantemente le probabilità di sopravvivenza della bambina". 

La piccola Nicole venne prima ricoverata a Manerbio, poi trasferita alla Poliambulanza e infine al Civile, dove morirà nonostante i tentativi di salvarla con un'operazione chirurgica. Nell'inchiesta aperta subito dopo erano stati indagati anche la decina di medici che l'avevano visitata, nel suo transito nei vari ospedali: dai successivi approfondimenti le posizioni sono state quasi tutte archiviate, tranne quella della pediatra. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba morta dopo un'otite non curata: condannata a 2 anni la pediatra

Today è in caricamento