Giovedì, 16 Settembre 2021
Città Milano

Confessò l'omicidio della compagna, si impicca in cella a San Vittore

Pietro Carlo Artusi, che ha confessato l'omicidio della compagna Roberta Priore, si è impiccato in cella: dichiarata la morte cerebrale

Ha tentato di togliersi la vita impiccandosi in cella Pietro Carlo Artusi, il 47enne reo confesso dell’omicidio della compagna Roberta Priore, trovata morta in casa sua a Milano pochi giorni fa. Secondo le informazioni riferite dalla squadra mobile di Milano, citate da MilanoToday, i medici hanno dichiarato la morte cerebrale. 

Milano, reo confesso di omicidio tenta il suicidio in carcere

Artusi si è impiccato sabato sera, poco dopo le 22, nella cella del carcere di San Vittore dove era recluso da mercoledì. Era ancora vivo quando gli agenti della polizia penitenziaria lo hanno trovato e subito dopo è stato ricoverato all’ospedale San Carlo.

Omicidio a Milano, Roberta Priore trovata morta in casa

Roberta Priore era stata trovata senza vita nel pomeriggio di martedì 19 marzo dalla polizia e dai vigili del fuoco. Avvertiti dalla figlia, che non la sentiva da due giorni, gli agenti avevano forzato le porte di casa, al quinto piano di un palazzo di via Piranesi, e l’avevano trovato a terra, con un cuscino vicino al volto. Nell’appartamento, messo a soqquadro, c’era anche un principio di incendio.

Artusi è stato fermato poco dopo la scoperta del cadavere e aveva confessato il delitto, raccontando di una cena in un ristorante all'Ortica lunedì sera, durante la quale hanno litigato; poi, nell'appartamento, una discussione accesa culminata, secondo il racconto, in una specie di lotta tra i due, con colpi reciproci fino a quando Artusi avrebbe gettato la sua compagna per terra e l'avrebbe soffocata con un cuscino "per non farla più urlare". Il 47enne, stando a quanto finora ricostruito, avrebbe "nascosto" il cadavere con una coperta. Nella tarda mattinata di martedì, poi, avrebbe staccato i tubi del gas dell'appartamento e avrebbe provato ad uccidersi, dando anche fuoco a dei fogli di carta gettati sul corpo della compagna, che infatti presentava alcune lievissime bruciature sul costato.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confessò l'omicidio della compagna, si impicca in cella a San Vittore

Today è in caricamento