rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Città Ravenna

Diciottenne ubriaca filmata mentre fa sesso: "Non era lucida, ma non fu stupro"

Assolti i due ragazzi accusati di avere abusato della giovane. L'accusa aveva chiesto la condanna a nove anni. Accolta invece la tesi della difesa del rapporto consensuale

Una serata ad alto tasso alcolico finisce con una diciottenne ubriaca filmata mentre fa sesso. La giovane poi denuncia i due ragazzi che erano con lei e si apre un processo per stupro. Per i due giovani, che hanno anche passato del tempo in carcere, è arrivata l'assoluzione. Per il giudice la ragazza era "in uno stato di non piena lucidita'", ma allo stesso tempo era "pienamente in grado di esprimere un valido consenso al rapporto sessuale".

Questi i fatti. E' la sera alla notte tra il 5 e il 6 ottobre del 2017. La ragazza, dopo avere bevuto alcolici in un locale Ravennate, viene portata a spalla fino a un appartamento del centro. Qui, per l'accusa, è stata messa sotto alla doccia e ha poi subiito gli abusi. Un ragazzo fa sesso con lei, l'altro riprende col cellulare. La diciottenne li denuncia. Si apre un'indagine e i video vengono sequestrati dalla polizia. I due ragazzi - un  30enne di origine romena e un 31enne di origine senegalese in passato calciatore semi-professionista in forza al Ravenna - finiscono in carcere. La Procura, come riportato dai due quotidiani locali, chiede per entrambi la condanna a nove anni di reclusione. Vengono assolti "perchè il fatto non costituisce reato".  

I giudici hanno quindi accolto la tesi della difesa, che ha sempre puntato sul rapporto consensuale. Per il pm la giovane "non era in grado di prestare un consenso libero" e "le sue condizioni sono state strumentalizzate per soddisfare pulsioni sessuali". Non è da escludere che venga presentato ricorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diciottenne ubriaca filmata mentre fa sesso: "Non era lucida, ma non fu stupro"

Today è in caricamento