Martedì, 27 Luglio 2021
Città

Madre e figlio trovati morti in casa: "Nessuno li aveva più visti da mesi"

La macabra scoperta in un appartamento alla periferia di Bologna. Persone molte riservate, anche con parenti e vicini, non erano conosciuti dai servizi sociali. A segnalare la scomparsa è stata una parente

I cadaveri di Riccardo Ziveri, 48 anni, e di sua madre, Maria Giovanna Pulega, di 72, sono stati ritrovati in un appartamento in una palazzina in via Salgari alla periferia di Bologna. Entrambi erano morti già da tempo, da almeno sei-otto settimane, secondo una prima stima. 

A ritrovare i corpi, ormai nello stato di pre-mummificazione, sono stati i carabinieri ieri mattina, allertati da una parente che, dopo mesi di tentativi andati a vuoto di mettersi in contatto con i due parenti, ne aveva denunciato la scomparsa.

L'anziana è stata trovata sul letto e il figlio vicino al bagno, forse colto da un malore. Secondo una prima ipotesi, entrambe i decessi potrebbero essere dovuti a cause naturali o accidentali. Le cause e la dinamica della morte al momento non fanno propendere per cause violente. 

Madre e figlio non erano conosciuti ai servizi sociali ed erano persone molto riservate, sia con i parenti sia con i vicini. "Erano  persone perbene, equilibrate, anche se molto riservate", ha detto a BolognaToday una vicina. "Frequentavano spesso la parrocchia e andavano a messa quasi tutte le domeniche”, ha aggiunto la donna, che ha ammesso però di non aver più visto la signora Pulega e suo figlio da parecchio tempo. "Sa, di mezzo c'è stato anche il Covid (il secondo lockdown, ndr) quindi a un certo punto è stato anche normale non vedere le persone per un po'". Un altro vicino ha detto di non aver più visto i due da Natale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madre e figlio trovati morti in casa: "Nessuno li aveva più visti da mesi"

Today è in caricamento