Giovedì, 24 Giugno 2021
Città Roma

Infermiere ruba in casa di una donna morta: sospeso e arrestato

La Croce Rossa di Roma ha sospeso tutti i membri dell'equipaggio di un'ambulanza dopo l'arresto di uno degli operatori, accusato di aver rubato dall'abitazione di una donna morta, ai Parioli

ROMA - Ha rubato duemila euro in contanti in casa di una donna di ottant'anni, appena deceduta nel proprio appartamento a Roma, nel quartiere Parioli. Un infermiere 33enne della Croce Rossa italiana in servizio sull'ambulanza che era arrivata a casa della defunta è stato prima arrestato dagli agenti di polizia e poi sospeso dal servizio, insieme a tutto l'equipaggio dell'ambulanza. 

A scoprire il ladro, come racconta RomaToday, è stato un poliziotto presente nell'appartamento al momento del furto. Secondo quanto riferito, l'uomo ha notato l'infermiere mettersi nella tasca del camice qualcosa appena prelevato dal comodino vicino al letto dove giaceva l'anziana deceduta.

Invitato a tirare fuori il "malloppo", l'infermiere ha però tentato la fuga. Raggiunto dagli agenti, il 33enne è stato poi trovato i soldi in tasca ed arrestato. Poi la sospensione dal servizio da parte della Croce Rossa italiana, che ha annunciato che si costituirà parte civile al processo: "Chi tradisce il valore del lavoro di soccorritore e di operatore sanitario commette un doppio reato e per quanto ci riguarda è fuori da Croce Rossa italiana - le parole di Flavio Ronzi, presidente della Cri di Roma - Nessuna pietà per chi ruba e la massima fermezza per tutelare non solo chi onestamente presta soccorso e svolge il proprio lavoro ma soprattutto i cittadini romani che devono avere il massimo rispetto da parte nostra e la massima fiducia in Croce Rossa Italiana". (da RomaToday)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infermiere ruba in casa di una donna morta: sospeso e arrestato

Today è in caricamento