"Fate benzina e dopo qualche chilometro l'auto si ferma? C'è acqua nel carburante"

Gli automobilisti non dovrebbero fare rifornimento di benzina se nella stazione di servizio c'e' una autobotte: è il consiglio, molto ben argomentato, dell'Aduc

E' capitato a molti. Ci si rifornisce di carburante e poi si va dal meccanico. Succede a coloro che nel rifornire il serbatoio della propria macchina, oltre al carburante, immettono anche acqua. Il risultato è che l'auto ha difficoltà ad avviare il motore o, addirittura, non si mette più in moto. Cosa è successo? Lo spiega nel dettaglio Primo Mastrantoni, Segretario Nazionale Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori).

"Non fare rifornimento se c'è un'autobotte"

Gli automobilisti non dovrebbero fare rifornimento di benzina se nella stazione di servizio c'e' una autobotte, altrimenti l'auto potrebbe fermarsi dopo qualche chilometro. Il motivo e' semplice. Le cisterne delle stazioni di servizio oltre a contenere benzina o gasolio, includono anche una certa quantita' di acqua, proveniente essenzialmente da infiltrazioni o dallo stesso carburante; l'acqua e' piu' pesante della benzina, si deposita nel fondo e non viene “pescata” durante un normale rifornimento. Quando un'autobotte rifornisce la cisterna, per la turbolenza, si crea una miscela di carburante e acqua che, se non depositata, va a finire nel serbatoio dell'automobile. Gli effetti sono facilmente immaginabili: l'acqua finisce nel carburatore e nei cilindri; il rischio e' quello di fermarsi dopo qualche chilometro, senza sapere il perche'. Lo stesso inconveniente puo' verificarsi prima del travaso dall'autobotte, perche' il livello di carburante nella cisterna e' minimo, a poca distanza dall'acqua sottostante, e il tubo di pescaggio potrebbe risucchiare anche l'acqua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosa fare? 

Il venditore è responsabile è tenuto a consegnare al consumatore dei beni che siano conformi al contratto di vendita, pertanto, l'automobilista puo' chiedere il risarcimento del danno; naturalmente, occorre documentare il rifornimento di carburante, per cui il nostro consiglio e' quello di farsi rilasciare lo scontrino o pagare con carte di credito. Dopo un primo incontro in bonis, per una soluzione amichevole,  in caso di diniego, l'automobilista si può far valere con una lettera raccomandata A/R di messa in mora (1). Se permane il rifiuto, si deve ricorrere al Giudice di Pace. Una giudizio favorevole all'automobilista è stata pronunciato dal Giudice di Pace di Perugia (sentenza n. 400 del 18 aprile 2015), il quale ha affermato che la sentenza discende dall'applicazione delle norme contenute nel Codice del Consumo, in base al quale il venditore è tenuto a consegnare al consumatore dei beni che siano conformi al contratto di vendita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gf Vip, De Blanck: "Alba Parietti una stronza". Il figlio dà ragione e lei chiama in diretta

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 19 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di martedì 22 settembre 2020: numeri e quote

  • Il cittadino insospettabile che masturbava ragazzini in cambio di scarpe e spinelli

  • Polemica a Tale e Quale, Carmen Russo nei panni di Stefania Rotolo ma la figlia non apprezza

  • Chi è Tommaso Zorzi e perché è famoso: tutto sull'influencer, dall'amore alla carriera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento