Martedì, 23 Luglio 2024
Senza tregua / Ravenna

Dall'alluvione al rischio epidemia: Conselice deve essere evacuata

Il sindaco ha firmato un'ordinanza che impone ai cittadini di lasciare le case. Avviata una campagna di vaccinazione straordinaria contro il tetano

Non c'è pace per i cittadini di Conselice. La cittadina del Ravennate, dove case e attività sono finite sott'acqua per l'alluvione, deve fare i conti con i pericoli di carattere sanitario legati agli allagamenti. Il sindaco Paola Pula oggi 26 maggio ha firmato un'ordinanza "che impone ai cittadini delle zone ancora allagate di lasciare le proprie abitazioni per motivi igienico sanitari".

Dopo l'alluvione l'epidemia per l'acqua stagnante: febbre e infezioni, primi ricoveri

Villette a schiera Via Moro Conselice (3)

Nel centro abitato le aree allagate e l'acqua stagnante sono un pericolo per la salute. "Il nostro unico obiettivo è quello di salvaguardare la salute e la sicurezza delle persone - spiega il sindaco Pula - Siamo in una situazione difficile ma, insieme, ne usciremo e voglio ringraziare tutti coloro che stanno lavorando incessantemente per questo. Al momento non ci sono emergenze sanitarie ma il ristagno dell'acqua, il mancato funzionamento delle fognature, le possibili interruzioni nell'erogazione dell'acqua potabile, la presenza di rifiuti non smaltiti, rendono rischioso permanere nell'abitato ancora allagato".

Via Bartoletti Conselice (3)

A Conselice come in altri centri dell'Emilia Romagna sono state organizzate anche delle giornate straordinarie nelle sedi vaccinali per fornire una copertura antitetanica agli adulti mai stati vaccinati o che hanno fatto l'ultimo richiamo da più di 10 anni. Una misura preventiva proprio per allontanare eventuali rischi sanitari. 

Continua a leggere su today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'alluvione al rischio epidemia: Conselice deve essere evacuata
Today è in caricamento