rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Il caso / Salerno

Mancano i documenti: bloccati in autostrada tre carri armati 

I mezzi militari sono stati fermati dalla Polizia lungo la Salerno-Napoli nella notte tra domenica e lunedì: i veicoli erano sprovvisti della carta di circolazione e avevano la revisione scaduta. La nota dello Stato maggiore della Difesa: "I carri armati erano diretti in Germania per un'esercitazione"

Tre carri armati italiani, modello Pzh 2000, provenienti dalla base militare di Persano e diretti in Germania, sono stati fermati dalla Polizia Stradale di Napoli al casello di Mercato San Severino della autostrada Salerno-Caserta perché i trattori e i semirimorchi delle ditte private incaricate del loro trasporto erano sprovvisti della carta di circolazione e la prevista revisione periodica era scaduta. Inoltre, uno dei conducenti non aveva l'autorizzazione per guidare mezzi di trasporto eccezionali. L'episodio risale alla notte tra domenica 26 e lunedì 27 giugno.

Ad essere trasportati erano carri armati Pzh 2000 (Panzerhaubitze 2000), tra i più moderni della categoria, destinati all'Ucraina. Tre dei 5 carri armati trasportati sono stati così bloccati all'altezza della barriera di Mercato San Severino (Salerno) e hanno fatto ritorno alla base di Persano, località del comune di Serre (Salerno) dalla quale erano partiti. Da lì ripartiranno nuovamente per la Germania. In un primo momento diversi organi di stampa sostenevano che i carri armati fossero diretti in Ucraina, dove è in corso il conflitto in Ucraina, ma lo Stato maggiore della Difesa, attraverso una nota ufficiale, ha precisato che i mezzi i bloccati sull'Autostrada Napoli-Caserta "erano diretti in Germania per un'esercitazione. Il trasporto dei mezzi provenienti dalla base militare di Persano di Salerno era a carico di una ditta privata che da controlli effettuati non era in possesso di documentazione corretta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancano i documenti: bloccati in autostrada tre carri armati 

Today è in caricamento