Lunedì, 14 Giugno 2021
La nuova indagine della polizia

Il commercio illegale dei falsi certificati di vaccini

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, i documenti costano circa 100 euro e si ottengono tramite il servizio di messaggistica di Telegram

certificati vaccini falsi - foto Ansa

Un commercio di certificati vaccinali falsi. E’ un problema che starebbe dilagando al punto che la polizia ha creato una squadra dedicata per contrastare un crescente commercio illegale di certificati fasulli di vaccini contro il Covid. Succede a Colonia, in Germania. Secondo quanto riportato da fonti di polizia tedesca, ci sono già 6 indagati dalla nuova indagine, ha spiegato la portavoce della polizia di Colonia Nicole Gentner. La frode coinvolge sia il traffico reale di certificati falsi sia le offerte false che semplicemente inducono le persone a pagare. Spesso viene utilizzata la criptovaluta, come nei mercati neri online di droghe e armi.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, i documenti costano circa 100 euro e si ottengono tramite il servizio di messaggistica crittografato di Telegram alle cui conversazioni, a differenza di altre piattaforme, le autorità non possono accedere. Sembra che i certificati siano diventati sempre più richiesti fra le persone che stentano a farsi vaccinare in Germania dove invece un certificato vaccinale può fornire maggiori libertà. Un'offerta di Telegram citata dall'emittente tedesca Mdr recitava: "L'ordine con timbro richiede 1-3 giorni. Ti forniremo certificato, timbro, adesivo BioNTech o AstraZeneca e firma sul timbro. Due certificati costano 150 euro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il commercio illegale dei falsi certificati di vaccini

Today è in caricamento