rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Eutanasia

Gentiloni: "Colpito dalla morte di Fabo, ma la legge non riguarda l'eutanasia"

Il primo ministro: "Doveroso un confronto in Aula". E intanto il ministro Lorenzin conferma che il governo non interverrà sull'iter della nuova legge: "E' un lavoro che spetta al Parlamento"

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è tornato a parlare della morte in Svizzera di Dj Fabo nel corso di una conferenza stampa congiunta con il sindaco di Milano Giuseppe Sala. "Mi sento colpito dalla vicenda di dj Fabo - ha detto il premier - come credo tutti i nostri concittadini. Il governo guarda con rispetto al confronto parlamentare che c'è, e credo sia doveroso, e che interpella le coscienze dei singoli parlamentari. Voglio solo aggiungere che la legge su cui la Camera è chiamata a confrontarsi riguarda il cosiddetto testamento biologico e non l'eutanasia".

La legge in disussione alla Camera, in effetti, non prevede né la possibilità dell'eutanasia né quella del suicidio assistito.

E intanto sulla vicenda è intervenuta anche il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, parlando al Quirinale in occasione della Giornata mondiale delle malattie rare. La vicenda di dj Fabo è "tristissima e drammatica" ma il governo italiano non interverrà sull'iter della proposta di legge sul testamento biologico all'esame della Camera.

Secondo il ministro, infatti, la discussione sulla nuova legge "è un lavoro che attiene al Parlamento e sui cui ho preferito finora non intervenire perchè è un lavoro del Parlamento e non del governo". "Per il resto - ha concluso Lorenzin - c'è una normativa in Parlamento: le commissioni stanno lavorando secondo me in modo molto sobrio come deve essere in questi casi entrando nel merito dell'articolato della norma". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gentiloni: "Colpito dalla morte di Fabo, ma la legge non riguarda l'eutanasia"

Today è in caricamento