Domenica, 7 Marzo 2021

La chiamavano estate: neve a Cortina, allagamenti nel Nord-Est

In attesa del ritorno del caldo è scesa la prima neve a Cortina d'Ampezzo, mentre le forti piogge stanno provocando disagi nelle zone di Pordenone e Treviso

Prima neve a Cortina d'Ampezzo (FOTO ANSA)

Gli abitanti di Cortina d'Ampezzo stamattina si sono svegliati con una sorpresa del tutto inaspettata visto il periodo: una vera e propria nevicata d'estate. Nella notte le montagne che circondano la nota località sciistica sono state colpite dalle prime precipitazioni nevose.

Il rifugio Scoiattoli, situato sulle piste del comprensorio sciistico di fronte alle Cinque Torri, a oltre 2.000 metri di quota, è stato ricoperto da una densa coltre di neve e appare completamente imbiancato.

Allagamenti nel trevigiano

Allagamenti, nella notte, nei comuni di Sarmede, Cordignano e Orsago, nel trevigiano. Dalla mezzanotte circa, i vigili del fuoco sono impegnati nei territori per gli allagamenti dovuti allo straripamento del canale Ruio a Villa di Cordignano.

Circa cinquanta gli operatori della centrale di Treviso e dei distaccamenti di Conegliano, Vittorio Veneto e con i volontari di Gaiarine e Asolo. Al momento solo stati effettuati oltre trenta interventi per prosciugamenti di taverne, cantine e garage. Restano da effettuare altrettanti interventi richiesti.

Esonda il torrente Grava, allagamenti nel pordenonese

"Sto raggiungendo Caneva dove sono estesi gli allagamenti e l'esondazione del torrente Grava sta allagando l'intera frazione di Fratta e numerose vie comunali. In questa fase si sono attivate sul territorio 20 squadre comunali e più di 70 volontari". Lo rende noto il vicepresidente della Regione e assessore delegato alla Protezione civile Riccardo Riccardi in merito alla situazione del maltempo in Friuli Venezia Giulia che ha colpito in modo particolare la pedemontana pordenonese. Al termine del sopralluogo sarà valutata la possibilità di dichiarare lo stato di emergenza.

"Per fronteggiare la situazione di crisi la Sala Operativa Regionale ha attivato i volontari dei comuni limitrofi mentre sul posto stanno già operando i funzionari della Protezione civile regionale", spiega Riccardi.

"Nel corso della notte - è il resoconto della Protezione civile del Fvg - celle temporalesche hanno seguitato a formarsi e a arrivare sulla regione con rovesci di pioggia intensi (fino a 50 mm in un'ora specie nel Pordenonese) e con molti fulmini".

I temporali del pomeriggio di ieri hanno causato uno smottamento nel comune di Taipana lungo la viabilità che collega le località di Prosenicco e Platischis. Cadute di alberi si sono verificate a Palazzolo dello Stella, Polcenigo e Osoppo. In seguito a cadute di alberi è stata segnalata la mancanza di energia elettrica nei comuni di Attimis e Nimis e Enel sta provvedendo al ripristino.

Vento e pioggia

Intorno alle ore 2 è entrato vento da nord a 70 km orari in pianura, 80 su Lignano e per le 3.30 è entrata Bora (raffiche alle 5 a 90 km orari su Trieste), con ritardo di un paio di ore rispetto a quanto prospettato dai principali modelli di simulazione. Successivamente i rovesci hanno assunto carattere di minore intensità in pianura mentre una linea temporalesca si è sviluppata tra il mare aperto e il Monfalconese.

"Nelle prossime 6 ore le piogge - avverte la Protezione civile - insisteranno specie verso la costa ma con intensità orarie inferiori. I rovesci di maggiore entità riguarderanno comunque bassa pianura e costa. La Bora soffierà sostenuta o forte mentre il vento in pianura tenderà ad attenuarsi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chiamavano estate: neve a Cortina, allagamenti nel Nord-Est

Today è in caricamento