Giovedì, 22 Aprile 2021

La manifestazione dei negazionisti del coronavirus senza mascherine: "Governo criminali assassini"

Alcune migliaia di persone alla Bocca della Verità sotto lo striscione "Noi siamo il popolo". In piazza anche Sara Cunial

La manifestazione dei negazionisti (frame da LocalTeam)

Dietro una tricolore e urlando "libertà" alcune decine di manifestanti sono partiti dal Circo Massimo, a Roma, dove si erano radunati, in corteo per dirigersi alla Bocca della Verità dove è in programma il raduno contro la "dittatura sanitaria in era Covid". L'agenzia di stampa Ansa scrive che i manifestanti sventolano bandiere italiane e senza mascherine intonano l'inno nazionale. Tra i cartelli esposti uno con la scritta "Governo criminali assassini". E c'è chi dal palco parla di "bufala della pandemia". 

I negazionisti di Covid-19 manifestano: "Governo criminali assassini"

L'agenzia di stampa Agi scrive che un manifestante ha bruciato una foto di Papa Francesco ed una di Beppe Grillo. Tra le bandiere che sventolano in piazza invece, anche una con l'effige di Benedetto XVI. Alla Bocca della Verità si legge lo striscione "Noi siamo il popolo" ed è radunato qualche migliaio di persone per protestare contro le politiche del governo in materia di coronavirus. I cosiddetti 'negazionisti' gridano "verità" e "liberta'", e sono praticamente tutti senza mascherina. "Siamo qui per dimostrare a questo governo che sui bambini non si passa", dicono dal palco. "Liberate i bambini da questa dittatura", chiedono. Tra loro anche militanti di Forza Nuova. All'Adnkronos Salute Pasquale Mario Bacco, medico legale e ricercatore, componente dell'associazione 'L'Eretico', dice "Non siamo negazionisti del virus, ma di come ce lo hanno raccontato. E oggi siamo numerosi in piazza a Roma per chiedere l'eliminazione dello stato di emergenza, che non ha motivo di esistere". 

Covid, negazionisti in piazza a Roma: diretta video

LIVE Roma, in piazza i "No Mask" i negazionisti del Covid contro la "dittatura sanitaria"

Pubblicato da Local Team su Sabato 5 settembre 2020

E ancora: "Io sono uno degli 11 medici che hanno fatto le autopsie quando era vietato, e posso dirlo: il virus uccide se si è malati, molto anziani o non si viene curati in modo corretto. Oggi sappiamo quali farmaci sono utili ai pazienti, e che si devono dare antibiotici per le sovrainfezioni e anticoagulanti".In realtà è falso che siano mai state vietate le autopsie: la circolare in questione è la n. 15280 del 2 maggio 2020 – «Oggetto: Indicazioni emergenziali connesse ad epidemia COVID-19 riguardanti il settore funebre, cimiteriale e di cremazione» – dove a pagina 4 ci sono le indicazioni su esami autoptici e riscontri diagnostici (capitolo C): si consiglia di evitare di procedere per il rischio contagio, ma si spiega successivamente che è corretto farle in caso di necessità indicando i dispositivi di sicurezza da utilizzare. 

I manifestanti senza mascherine a Roma

"La manifestazione di oggi a Roma punta a fare chiarezza: non siamo riusciti ad avere notizia di persone under 60 morte solo per Covid - aggiunge Bacco - Non neghiamo il virus, ma come viene raccontato. Serve chiarezza, trasparenza, e un contraddittorio", conclude.Tra i presenti anche un uomo travestito da prete con un volantino con l'immagine del presidente del Consiglio Giuseppe Conte associato al club Bilderberg. Sul palco con il logo 'Il popolo delle mamme' montato per l'occasione, anche il leader di Forza Nuova Giuliano Castellino. "Siamo qui perché ormai ci hanno privato di ogni forma di libertà e forma di pensiero. C'è una dittatura in atto", ha detto all'Adnkronos Castellino. "Sui bambini non si passa, liberate tutti i bambini. Forza popolo, questo Governo ci sta distruggendo", le parole di una delle esponenti del 'Popolo delle mamme'. Il più applaudio è l'intervento della deputata ex MoVimento 5 Stelle eletta in Veneto Sara Cunial.

A fare da aggregatore una pagina Facebook attraverso cui è stato lanciato il presidio con la parola d'ordine "Italia Libera" e ancora "contro la dittatura sanitaria, finanziaria e giudiziaria". In uno degli ultimi post su uno dei gruppi piu' attivi di sostegno alla protesta, 'Italia Libera 5 settembre", si leggeva "Siamo contro il lockdown, le museruole/mascherine, i distanziamenti sociali. Siamo l'Italia che si ribella e lotta contro la vaccinazione di massa". E ancora: "Siamo i genitori che non faranno vaccinare i propri figli. Siamo quelli contro le antenne 5G, contro gli interessi dell'OMS, Gates, Soros e poteri internazionali". Tra le adesioni anche quella del Coordinamento internazionale delle associazioni a tutela dei diritti dei minori (Ciatdm)

La gaffe di Conte sul numero dei morti di Coronavirus

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La manifestazione dei negazionisti del coronavirus senza mascherine: "Governo criminali assassini"

Today è in caricamento