Lunedì, 19 Aprile 2021
Verona

A Verona mascherine protettive con il volto di Mussolini: è polemica

A commercializzarle un'azienda di San Giorgio in Salici. Il senatore Pd D'Arienzo: "Fatto deplorevole da condannare con fermezza"

È polemica dopo il caso di un'azienda della provincia di Verona che ha commercializzato delle mascherine con l'immagine di Benito Musolini e la frase"Camminare, costruire e, se necessario, combattere e vincere!". L'articolo è stato messo in commercio da un'azienda di San Giorgio in Salici e online si trovano diversi prodotti simili in vendita su siti dedicati al "marchandising" mussoliniano. 

Il senatore veronese del Pd Vincenzo D'Arienzo ha condiviso su Facebook la foto di alcune di queste mascherine, definendo l'accaduto "un fatto deplorevole da condannare con fermezza". "Tra le tante cose che possono capitare in una pandemia, quella di vendere mascherine per la protezione individuale con l’effige del duce fascista è la più sgradevole di tutte", denuncia D'Arienzo, aggiungendo: "Chi commercializza quel prodotto inneggia al fascismo e ne favorisce l'apologia".

"Da un lato c’è l’emergenza e la necessità di tutelare la vita umana e dall’altro, approfittando di ciò, c’è la ricerca spasmodica del profitto utilizzando la propaganda politica con un assassino che ha iniettato nel Paese il virus della razza e dell’intolleranza verso gli altri. Una massiccia dose di ignoranza di cui Verona poteva fare a meno e che spero chieda conto a costoro che ne stanno infangando il nome, ancora una volta", scrive D'Arienzo.

Gli fa eco su Twitter Alessia Rotta del Pd, che si chiede:"La città non può continuare ad essere disonorata dai fascisti. Qualcuno pensa di intervenire?"

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Verona mascherine protettive con il volto di Mussolini: è polemica

Today è in caricamento