Giovedì, 13 Maggio 2021
Messina

Il corpo di Gioele compromesso dagli animali: dall'autopsia nessuna indicazione utile

Prosegue il lavoro dei magistrati che cercano di ricostruire cosa possa essere avvenuto il 3 agosto scorso, dopo che Viviana Parisi e il figlio Gioele hanno abbandonato l'auto lungo l'autostrada Messina-Palermo.

Non ha fornito al momento indicazioni utili l'autopsia sul corpo del piccolo Gioele Mondello eseguita stamani al Policlinico di Messina. I resti del bambino recuperato nelle campagne di Caronia infatti risultano estremamente compromessi a causa dell'azione esercitata su di essi dagli animali selvatici. Giuseppina Certo, medico legale e consulente della famiglia di Daniele Mondello uscendo dalla camera mortuaria ha spiegato che sul corpo di Gioele ci sono "delle mortificazioni degli arti" causate verosimilmente dai morsi di animali selvatici. 

Difficile dunque stabilire al momento se il bambino sia morto nel luogo in cui è stato ritrovato lo scorso 19 agosto da un volontario. A questo si dovrà risalire incrociando ulteriori analisi morfologiche effettuate nella zona in cui il cadavere di Gioele si trovava al momento della sua individuazione, ma anche all'interno dell'auto sulla quale il bambino viaggiava con la madre, Viviana Parisi. Dai risultati che potrebbero arrivare dalla vettura infatti si cercherà di scoprire se la morte del bambino possa essere legata al tamponamento avvenuto lungo l'autostrada Messina-Palermo tra la loro auto e un furgone il 3 agosto scorso.

"Oggi come oggi" non è possibile capire se il bambino sia "morto vicino alla madre Viviana" spiega il professor Stefano Vanin, l'entomologo chiamato dalla Procura di Patti. "Abbiamo chiesto 90 giorni e faremo l'impossibilità per starci. Le comunicazioni le daremo direttamente al pm che ci ha incaricato". 

Un nuovo sopralluogo verrà svolo domani mattina nei boschi di Caronia per cercare altri resti umani del piccolo Gioele. Come apprende l'Adnkronos, verranno disboscate altre zone nei pressi del luogo in cui sono stati trovati alcune parti del corpicino.

Piramide della luce, il sindaco: "Non è un'opera mistica solo un monumento"  

Rito della luce _ Fiumara d'Arte-2

Il primo cittadino di Motta D'Affermo Sebastiano Adamo chiarisce l'origine della scultura, al centro della cronaca per la morte di Viviana Parisi e del piccolo Gioele.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il corpo di Gioele compromesso dagli animali: dall'autopsia nessuna indicazione utile

Today è in caricamento