Mercoledì, 12 Maggio 2021
sicilia

Non c'è pace a Niscemi: apre il Muos e chiude l'ospedale

Nonostante le numerose proteste dei cittadini, è stata completata l'installazione della terza antenna che costituisce il sistema satellitare statunitense. Intanto arriva l'assessore alla Sanità per parlare della chiusura dell'ospedale

Completati nella notte i lavori nella base americana di contrada Ulmo a Niscemi, per il montaggio delle antenne satellitari della 'discordia'. Sono tre le parabole, ognuna del diametro di 20 metri ciascuna. Così potrà cominciare a funzionare il Muos, sistema di difesa satellitare ad altissima frequenza contestato in maniera determinata dalla popolazione locale. I suoi campi magnetici sono dannosi alla salute e alla navigazione aeree del vicino aeroporto Maglicco di Comiso. 

In poco più di due giorni e due notti sono state montate tutte e tre le gigantesche parabole elicoidali che mancavano per ultimare i lavori, grazie alla volontà dal Dipartimento di Difesa degli Stati Uniti. La base di Niscemi si aggiungerà quindi alle altre tre già esistenti: a Nolfork in Virginia, a Geralton in Australia e nelle Hawaii. 

Gli attivisti No Muos hanno in questi mesi dato vita a molte forme di protesta contro l'installazione del sistema. L'ultima risaltente a sabato 25 gennaio quado alcuni di loro si sono incatenati a cancello d'ingresso della base statunitense, bloccando l'ingresso a mezzi e operai. 

GUARDA IL VIDEO DELLA PROTESTA 

Alla notizia del completamento del montaggio delle parabole un'altra realtà che in questi mesi si è opposta al Muos, ha reagito: il comitato delle mamme 'No Muos' hanno riferito di avere pianto quando, giunte sul posto per il quotidiano sopralluogo, hanno trovato i lavori di montaggio ultimati. 

"Non ci resta che prendere i nostri figli, le nostre famiglie, ed andar via da questi luoghi" hanno affermato amareggiate. Si attende adesso l'assessore regionale alla Sanità della Regione Sicilia, Lucia Borsellino che arriverà a Niscemi a breve per discutere di questo e di un altro problema degli abitanti di queste zone: la programmata chiusura dell'ospedale "Suor Cecilia Basarocco". 

Intanto la questione Muos è arrivata al Tar di Palermo che ha fissato la prima udienza per il 27 marzo. "Per quella data sarà sicuramente operativo" affermano gli attivisti. Scopo del sistema satellitare degli Usa è integrare forze navali, aeree e terrestri in movimento in qualsiasi parte del mondo, rimpiazzando l'attuale sistema, l'Ufo. 

GUARDA IL VIDEO CON LA NUOVA ANTENNA MUOS

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è pace a Niscemi: apre il Muos e chiude l'ospedale

Today è in caricamento