rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca

Benevento, due edicolanti dicono no ai gratta e vinci: "Non vogliamo rovinare le famiglie"

L'iniziativa di due edicolanti, supportata dalla Caritas, per sradicare il problema della dipendenza dal gioco. E nei loro negozi i giovani possono acquistare i giornali gratis

Una scelta etica. Così due commercianti di Benevento hanno definito la loro iniziativa: nei loro negozi non saranno più presenti le slot machine, né venduti i gratta e vinci. "Non vogliamo rovinare la vita alle famiglie", dicono Francesco De Vita e Monica Di Rienzo. La scelta è stata sostenuta dalla Caritas con l'iniziativa "No Slot" che prova a sradicare il problema della dipendenza dal gioco nella città italiane.

Francesco e Monica hanno rinunciato a una fonte certa di guadagno per "avere la coscienza pulita". "Prima di prendere l'attività ho girato molto e ho visto tanta gente che spendeva molti soldi in quel modo", ha dichiarato Francesco De Vita al quotidiano Avvenire. Monica Di Rienzo, invece, è proprietaria di un'edicola nel centro storico e si sente "a posto perché so che così non rovino la vita di tante persone".

La loro scelta etica e coraggiosa è stata supportata dalla Caritas locale, che cerca di aiutarli economicamente: per i loro eventi incentiva gli sponsor a comprare presso di loro e con le iniziative di microcredito è intenzionata a creare degli spazi ludici e di aggregazione nei locali delle edicole.

Ma c'è di più: nei negozi di Francesco e Monica i giovani potranno acquistare i giornali gratis: infatti la Caritas ha acquistato degli abbonamenti ai quotidiani per dare la possibilità agli studenti di informarsi. Don Nicola De Biaso, direttore della Caritas locale, ha spiegato all'Avvenire: "I negozianti hanno capito che le ludopatie stanno diventando un problema sociale grosso per la nostra città". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benevento, due edicolanti dicono no ai gratta e vinci: "Non vogliamo rovinare le famiglie"

Today è in caricamento