rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
premeditato / Vicenza

Uccide i genitori per rubargli 800mila euro e si costituisce

Architettava l'omicidio da un mese. La pistola usata era di contrabbando

Sono emerse novità riguardo l'omicidio di due genitori per mano del figlio, ieri a Chiampo (Vicenza). Il ragazzo di 25 anni si era costituito dopo aver sparato ai suoi due genitori di 62 e 59 anni. L'arma, una pistola nove millimetri di fabbricazione polacca, l'aveva acquistata da un cittadino straniero a Cologna Veneta (Verona) per 3.800 euro. Secondo quanto emerso dalle indagini, il 25enne che si e' costituito dopo il duplice omicidio dei genitori nel Vicentino ha fatto fuoco contro il padre intorno alle 10.30 di ieri, colpendolo alla testa mentre era seduto al tavolo della cucina. Il 25enne ha poi sparato contro la madre una volta rincasata, alle 13.20 circa. Subito dopo l'uccisione del padre, avrebbe spostato tramite bonifico una somma di 16mila euro dal conto del padre al suo personale.   

Nel corso dell'interrogatorio seguito alla dichiarazioni spontanee fornite dal ragazzo ai carabinieri, è emerso che l'omicidio sarebbe stato architettato da almeno un mese per impossessarsi di circa 800mila euro investiti dai due genitori in titoli. Denaro con il quale il giovane intendeva acquistare un'auto e un immobile ad Arzignano (Vicenza), per cui aveva già dato un anticipo come caparra.

Spara e uccide i suoi genitori, poi si costituisce

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide i genitori per rubargli 800mila euro e si costituisce

Today è in caricamento